Portò di nascosto i cani in Australia, la moglie di Johnny Depp schiva il carcere

Si è dichiarata colpevole e ha chiesto scusa alle autorità australiane. Amber Heard, la moglie dell’attore Johnny Depp, ha schivato così una condanna per contrabbando di cani e dovrà pagare una multa per le sue finanze davvero contenuta, 1.000 dollari, per a falsificazione dei documenti con cui ha portato in Australia i suoi 2 casi a bordo del suo jet privato.

aaaamogliedepp02

Minacciato l’abbattimento degli animali

La vicenda, deflagrata nel maggio 2016, aveva portato il ministro dell’Agricoltura australiano a minacciare la soppressione degli animali, 2 yorkshire terrier, Pistol e Boo, se non si fosse provveduto al loro rimpatrio. Per difendersi, la celebre coppia ha preparato un video in cui ha manifestato il proprio rimorso e ha chiesto pubblicamente scusa.

“È stato un terribile errore”

Inoltre il legale di Depp, Jeremy Kirk, ha parlato di un “terribile, terribile errore, non c’è stato un tentativo di inganno”.

Australia: la moglie di Johnny Depp incriminata per i suoi cani, rischia 10 anni, le notizie del 16 luglio 2015

Amber Heard, moglie dell’attore Johnny Depp, Amber Heard, è stata incriminata per aver introdotto illegalmente i suoi cani e quelli dell’attore in Australia, dopo che il ministro dell’Agricoltura australiano aveva ordinato l’uscita dei cagnolini dal paese pena la soppressione.

Le accuse mosse ora contro la Heard sono di importazione illegale e falsa documentazione, la prima delle quali comporta una pena massima di 10 anni di carcere e una multa di 75.000 dollari americani.

aaaamogliecane

aaafigliacane

La coppia, arrivando in Australia a bordo del suo jet privato per le riprese del quinto capitolo della saga dei “Pirati dei Caraibi”, non avrebbe rispettato le norme rigorose di quarantena in vigore in Australia in materia di animali.

Nelle foto uno dei cani con Amber e, sotto, una delle figlie di Depp con i due cagnolini “incriminati”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto