Modena, arriva il burger gourmet premiato dal Wall Street Journal

Well Done Burger, l’hamburgeria gourmet nata a Bologna, arriva anche a Modena, in zona Pomposa, divenuta centro della movida cittadina dopo la riqualificazione urbana e commerciale avviata a partire dal 2004 dall’amministrazione comunale. L’inaugurazione, infatti, è fissata per domani, 19 marzo, a partire dalle 12.00, in piazza Matteotti ed è qui che si piazza dunque uno spazio dalle molte anime, adatto sia per le famiglie, sia come meta serale per il dopo-aperitivo o per cene in compagnia.

Burger nati dalla collaborazione tra chef e fornitori

Segnalata dal Wall Street Journal tra le cinque migliori hamburgerie d’Europa, Well Done Burger è apprezzata per la sua proposta: farine biologiche, carni selezionate da allevamenti locali e non intensivi e verdure di stagione. Un burger gourmet che negli ingredienti valorizza le materie prime del territorio italiano destinando particolare attenzione alla stagionalità dei prodotti. Inoltre anche a Modena, come a Bologna, propone una formula rodata: i burger nascono dalla collaborazione degli chef Well Done Burger e i suoi fornitori e mantengono un peso di 160 grammi, la porzione ideale in grado di saziare senza appesantire.

Il panino “speciale” in edizione limitata

Inoltre in esclusiva per la nuova apertura verrà proposto in edizione limitata in tutti i ristoranti il panino “Modenese”, hamburger di bovino piemontese dell’Appennino tosco-emiliano con pesto modenese e scaglie di Parmigiano Reggiano, racchiuso in una tigella. Ma non mancano i menu per vegetariani e vegani e per gli amanti del pesce (panino Isolano, con trancio di pesce spada). Quattro le tipologie di pane: Bob (pane bianco con sesamo), Multicereali (pane integrale e cinque cereali), Senatore (pane con farina Senatore Cappelli e olio Evo), Antonietta (pane bianco simile al “pane brioche”).

Le altre proposte del menu

Completano le proteste le polentine croccanti, le patate fritte o al forno e gli “onion rings”, gli anelli di cipolla, accompagnati da birre belghe alla spina Jupiler, Leffe Rousse e Hoegaarden, a cui si affiancano proposte in bottiglia di micro birrifici italiani: Statalenove e Vecchia Orsa, situati nella provincia di Bologna.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto