Ok del Senato: sì al divorzio breve, ma no a quello “lampo”

Il Senato ha detto sì: con 228 voti favorevoli, 11 contrari e 11 astenuti, l’aula di Palazzo Madama ha approvato il ddl sul divorzio breve. Manca adesso l’ok della Camera perché il disegno venga pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

 

Da 6 a 12 mesi di attesa
Il testo licenziato oggi dalla Camera Alta riduce l’attesa per ottenere il divorzio da tre anni a un anno in caso di separazione giudiziale e arriva a sei mesi in caso di consensuale.

 

No al divorzio “lampo” per chi non ha figli

È stato invece stralciato  l’articolo 1 del disegno di legge che azzera i tempi del divorzio. La norma in questione dava la possibilità ai coniugi di chiedere al giudice il divorzio immediato, a patto che non fossero coinvolti figli minori, figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave, o figli con meno di 26 anni economicamente non autosufficienti.
È stata la stessa relatrice della norma, la senatrice Rosanna Filippin (Pd), a volere lo stralcio, per accorciare i tempi di approvazione di tutta la norma.

 

Il Pd: “Il male minore”
Hanno votato a favore dello stralcio Ncd e Pd, contro Sel, M5S, i senatori Psi e la senatrice a vita Elena Cattaneo, oltre a Lucio Barani di Gal. Forza Italia ha dato libertà di voto. “Approvare il divorzio breve è una cosa grande”, ha detto in Aula il capogruppo Pd, Luigi Zanda, “ritardare moltissimo la sua approvazione o trovare ostacoli politici e finire incagliato”.
Zanda ha spiegato che il sì allo stralcio è stato dato dai democratici per evitare modificando il ddl con una ulteriore innovazione, nel passaggio alla Camera, il provvedimento potesse slittare all’infinito, ostacolando l’approvazione di tutta la legge.

 

Presto un ddl a parte
Il rappresentante Pd ha poi ribadito l’impegno  dei democratici a portare in Senato un disegno di legge che contenga la norma del divorzio diretto, verso il quale, ha sottolineato, non c’è nessun pregiudizio negativo.
Il presidente di turno, Maurizio Gasparri, ha poi precisato che la norma sul divorzio immediato verrà successivamente inserita in un autonomo ddl che “sarà immediatamente assegnato alle competenti commissioni parlamentari”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto