Nadia Toffa, stasera intervista esclusiva alle Iene: “La gente ha pregato per me”

“Stare in ospedale ti riporta un po’ al succo delle cose. Non è la prima volta che ci vado perché ascolto poco i segnali del mio fisico. Ma ogni volta che ti ricoverano ti riportano all’essenza delle cose, rivaluti anche la fisicità, le cose basilari. Un’altra cosa che mi ha stupita sono i messaggi ricevuti da parte di politici con cui ho un rapporto ‘conflittuale’.

Mi sono molto commossa quando mi hanno detto di città che hanno pregato per me: a Taranto hanno fatto la fiaccolata, Napoli ha pregato per me, mi commuovo e mi ha stupito l’affetto della gente comune, perché secondo me non conta tanto il personaggio, pregavano davvero per me, per le battaglie che portiamo avanti”.

Dopo il ricovero in ospedale per un improvviso malore, la Iena Nadia Toffa racconta per la prima volta quanto le è accaduto in un’intervista esclusiva in onda domenica 17 dicembre in prima serata su Italia 1, nel programma che conduce, Le Iene Show. Nadia racconta nei dettagli i momenti prima del malore, che l’ha colpita a Trieste.

 

Con la mamma dal parrucchiere il 16 dicembre

Nadia Toffa torna a casa, apparentemente guarita. Sul settimanale “Chi” le prime immagini dopo il malore di tre settimane fa, ha fatto temere per la sua vita e l’ha costretta ad un breve ricovero in ospedale.
La popolare inviata e conduttrice delle Iene è tornata a casa e sembra essersi ristabilita.

Le immagini esclusive del settimanale diretto da Alfredo Signorini mostrano Nadia Toffa mentre, sorridente e apparentemente di ottimo umore, si reca dal parrucchiere nel centralissimo Corso XXII Marzo accompagnata dalla madre e da un autore delle Iene.
Dopo una veloce messa in piega, Nadia è tornata a casa, senza più il cappellino da baseball con cui era arrivata al negozio.

 

Gli sviluppi dell’11 dicembre

“Nadia Toffa sta meglio”. Lo afferma Giulio Golia in un video registrato poco prima della puntata delle Iene andata in onda ieri sera, domenica 10 dicembre. La giornalista, al momento, rimane ancora ricoverata, ma le condizioni, assicurano i colleghi, sono in letto miglioramento.

Stretto riserbo

Rimane tuttavia il mistero sulla sofferenza “cerebrale” che l’ha costretta a un ricovero d’urgenza prima a Trieste, dove si trovava per un servizio, e poi a Milano, in terapia intensiva. Stretto in proposito il riserbo che non ha consentito il filtrare nemmeno di qualche indiscrezioni.

Risonanza al cervello per Nadia Toffa: mistero sulla patologia, le notizie del 4 dicembre 2017

Per il momento rimane ricoverata in neurorianimazione. I medici dell’ospedale San Raffaele, infatti, stanno conducendo ulteriori accertamenti per capire cosa è accaduto a Nadia Toffa, 38 anni, la conduttrice e giornalista delle Iene che sabato ha avuto un grave malore a Trieste. Al momento, si escludono ictus e aneurismi, ma diverse rimangono le ipotesi da accertare ripetendo anche la risonanza magnetica al cervello.

Stretto riserbo

Il volto televisivo, che ha rincuorato su Facebook i fan, rimane dunque in cura da parte del primario Luigi Beretta e del neurochirurgo e docente universitario Pietro Mortini. I due medici che la stanno seguendo al momento non si esprimono e l’unico bollettino ufficiale rimane quello di Trieste. Accanto a Nadia Toffa, che si trova in un reparto ad alto rischio, la madre e la sorella. Al momento non si sa quando potrà lasciare la rianimazione.

Nadia Toffa delle Iene: “Bella botta, ma tengo duro”, le notizie del 3 dicembre 2017

Nadia Toffa, inviata e conduttrice del programma Mediaset “Le Iene”, trasferita da Trieste e ricoverta dopo un elitrasporto protetto al San Raffaele di Milano per un malore di natura cerebrale, sarebbe vigile e cosciente. Lo si è appreso da fonti vicine alla paziente.

Ricoverata in Terapia intensiva, avrebbe passato una notte tranquilla. Ieri sera è stata salutata con affetto e un pizzico di ironia da Nicola Savino, durante la puntata de Le Iene. Oggi è prevista per lei una giornata di esami e controlli. In casi del genere, le novità cliniche sulla prognosi sono attese non prima di 24-48 ore.

“Volevo ringraziare tutti…”: le buone notizie del 3 dicembre

“… Volevo ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicino… ho preso una bella botta, ma tengo duro. Adesso parlo con i medici e cerchiamo di risolvere questa scocciatura.

Stasera le Iene me le guardo da questo lettino, e vediamo che combinano senza di me… Torno presto”. È questo il messaggio rassicurante che Nadia Toffa, dopo il malore accusato ieri a Trieste, ha voluto pubblicare sul profilo Facebook delle Iene (e che vedete qui sotto). Stasera la puntata domenicale delle Iene (normalmente condotta dalla Toffa con Nicola Savino e Giulio Golia) andrà regolarmente in onda su Italia1.

Probabile che le arrivino tributi di simpatia da tutti i telespettatori della trasmisisone di Mediaset, anche come compensazione per gli insulti arrivati su Internet.

 

 

Stamattina le prime buone notizie

Qualche buona notizia – di domenica mattina – dall’ospedale San Raffaele di Milano, dove ieri sera è stata tsrasportata da Trieste Nada Toffa, colpita da un malore poco prima delle 14.

La conduttrice de Le Iene non è in pericolo di vita. Lo dicono i primi aggiornamenti medici del grande nosocomio milanese.

La conduttrice e inviata de Le Iene è Toffa tornata cosciente dopo essere stata per alcune ore in coma. Al momento non è in pericolo di vita, ma resta in rianimazione neurochirurgica al San Raffaele, seguita dal primario Luigi Beretta e dal neurochirurgo Pietro Mortini. In giornata l’inviata di Le Iene sarà sottoposta ancora a una serie di esami, tra cui la risonanza magnetica, per capire l’origine del malore.

Per le novità sulla prognosi almeno 24 ore

In casi del genere, le novità cliniche sulla prognosi sono attese non prima di 24-48 ore. Nel pomeriggio l’Asuits (Azienda sanitaria universitaria di Trieste), si è limitata a confermare l’episodio, precisando che la “prognosi è riservata per patologia cerebrale in fase di definizione”.
Quindi in tarda serata il trasferimento con elisoccorso e con trasporto protetto al San Raffaele di Milano.

 

Da Trieste in elicottero a Milano

Nadia Toffa, conduttrice e inviata de Le Iene, nata a Brescia 38 anni fa, è stata traferita ieri in gravi condizioni all’ospedale San Raffaele di Milano, dopo essere stata colpita da un malore a Trieste.
Nadia si trovava proprio in un albergo di Trieste quando, intorno alle 14, si è sentita male e ha perso conoscenza.

La foto subito in basso è dalla pagina Facebook della conduttrice, commento compreso.

Giunti i soccorsi, è stata portata in ambulanza ed è ricoverata nel Reparto di rianimazione dell’ospedale Cattinara di Trieste.

In prognosi riservata

La direzione della Azienda Sanitaria Universitaria di Trieste, confermando il ricovero della Toffa, ha precisato che la “prognosi è riservata per patologia cerebrale in fase di definizione”. La conduttrice televisiva è stata poi trasferita dall’Ospedale di Cattinara, dopo i primi accertamenti e le prime cure, al San Raffaele di Milano. Toffa è stata trasferita con elisoccorso e con trasporto protetto. Le sue condizioni sono stazionarie.

“La nostra Nadia non sta bene”
“La nostra Nadia non è stata bene. Ci stiamo tutti prendendo cura di lei. Vi terremo informati”: questo il messaggio che compare sulla pagina Facebook de Le Iene, dopo la notizia del malore che ha colpito oggi Nadia Toffa, inviata e presentatrice del programma di Italia 1, mentre si trovava a Trieste. Il post è accompagnato da una foto sorridente della bionda conduttrice.

Le prime notizie del 2 dicembre

Nadia Toffa, inviata e conduttrice della trasmissione televisiva Le Iene, è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Cattinara di Trieste, dopo aver avuto un malore.

La Toffa, 39 anni, si trovava in un albergo del centro quando si è sentita male ed avrebbe perso conoscenza. Giunti i soccorsi, è stata portata in ambulanza ed è ricoverata nel Reparto di rianimazione.

 

Un malore nella sua camera d’albergo

L’inviata della trasmissione televisiva di Mediaset avrebbe avuto un malore intorno alle 14 nella sua camera d’albergo a Trieste, città dove è già stata più volte per servizi televisivi, ad esempio quelli sulla situazione dell’impianto siderurgico Ferriera di Servola.

L’inviata de Le Iene più volte ha avvicinato, o ha tentato di avvicinare, anche la presidente della Regione Fvg, Debora Serracchiani, con la quale c’è stata qualche schermaglia verbale.

Qui in video uno dei servizi di Nadia Toffa

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto