Massaggi in spiaggia: “Gravi rischi per la salute”

Massaggi in spiaggia: attenzione all’imperizia dell’improvvisato operatore, alla carenza (o più spesso alla totale assenza) di igiene, ai prodotti usati (spesso in contenitori privi di etichetta) e all’improvvisata struttura su cui viene praticata la prestazione. A lanciare l’allarme è Cna benessere e sanità, cui giungono ogni giorno proteste contro le conseguenze dell’abusivismo in questo settore che portano a gravi rischi per la salute dei turisti.

“Dal governo totale inattività”

“Il ministero dello Sviluppo economico ha promosso protocolli d’intesa con le prefetture e gli enti che devono controllare”, sottolinea l’associazione, “per prevenire il dilagante abusivismo sulle spiagge. L’estate però, è al giro di boa ma non si vedono i risultati di quest’azione”. Dal 2008 al 2012 il ministero della Salute ha emesso, all’inizio della stagione estiva, ordinanze urgenti per tutelare “l’incolumità pubblica dal rischio derivante dall’esecuzione di massaggi lungo il litorale”. Un’attività che purtroppo si è interrotta quattro anni fa”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto