L’orsetta Morena verrà affidata alla natura, primo caso in Europa

È il primo caso in Europa: l’orsetta Morena, trovata lo scorso 22 maggio nel territorio comunale di Villavallelonga (L’Aquila) e quindi affidata al Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm) verrà rimessa in libertà e affidata alla natura.

 

Un esperimento finora unico

Si tratta del primo esperimento di questo tipo in Europa.

Di vitale importanza, perché l’orso marsicano è una specie a forte rischio di estinzione: la popolazione, sebbene stabile negli ultimi anni, è stimata soltanto in 50 animali.

Trovata dai cittadini di Villavallelonga, l’orsetta rimasta non si sa perché senza madre – è stata svezzata con grande successo dagli esperti del Pnalm.

 

Il ritorno alla natura

La sfida che ora si pone il Parco è quella del riportarla in una situazione naturale.

Difficile, però, quantificare le probabilità di successo: i rischi sono molti, legati sia alla fase di crescita che a quella del rilascio.

Il programma di recupero è frutto di un protocollo elaborato con la consultazione di esperti nazionali e internazionali, siglato con la collaborazione del Corpo forestale dello Stato e prevede, dopo lo svezzamento, già avvenuto, l’isolamento del cucciolo in un’area seminaturale.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto