Cervello, trovata la “culla” della schizofrenia: “Primo passo per terapie più mirate”

Trovata nel cervello la “culla” della schizofrenia, ossia l’insieme delle aree coinvolte nelle distorsioni della percezione tipiche della malattia. La scoperta, pubblicata su Neuroimage: Clinical, è del Centro per i sistemi di neuroscienze e cognitivi (Cncs) dell’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) a Rovereto.

Finora individuata nella corteccia frontale

“È il primo passo per programmare terapie farmacologiche più mirate”, ha detto il coordinatore del gruppo di ricerca, Angelo Bifone (nella foto sopra). La ricerca italiana contraddice la teoria finora più accreditata, per la quale allucinazioni e alterazioni della percezione hanno origine nella corteccia frontale, l’area del cervello che controlla le funzioni cognitive elevate come il linguaggio e la programmazione di azioni.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto