Xylella, l’Ue: abbattete tutti gli ulivi della Puglia

Abbattere, e subito, tutti gli ulivi della Puglia. Una soluzione che sa di assurdo ma che, secondo la Commissione Europea, è l’unico modo per preservare le altre specie europee dal pericoloso batterio della Xylella fastidiosa, che sta decimando il patrimonio del Salento, procando l’esiccamento precoce di ogni pianta con cui entra in contatto.

 

In arrivo fondi per l’Italia?
La richiesta è arrivata alla fine del Consiglio agricoltura della Commissione Ue, che si è detta “profondamente preoccupata” per il diffondersi della malattia, che minaccia anche viti e agrumi.
Il commissario alla Salute Vytenis Andriukaitis ha spiegato che “tutti i problemi” relativi al problema Xylella, e in particolare quello dei fondi, “sono in discussione con le autorità italiane”. Nel frattempo ha espresso la necessità di “misure decisive che devono essere prese con urgenza immediata”, esprimendo quindi “pieno sostegno al governo italiano che nel frattempo ha annunciato una serie di misure, incluse significative misure finanziarie”.

 

“Rimuoverli subito”
Bruxelles conta di presentare nuove iniziative verso gli ultimi giorni di marzo, e lo stesso Andriukaitis ha annunciato che prossimamente andrà di persona a Lecce per visitare l’area e “dimostrare l’impegno dell’Ue nell’affrontare il problema”.
Il commissario ha però insistito che “devono essere rimossi tutti gli alberi colpiti, questa è la cosa numero uno da fare”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto