Pordenone: si pensa al duplice omicidio

Giallo a Pordenone, con due vittime. Un uomo e una donna sono state trovate morti all’interno di un’auto nel parcheggio del Palasport con ferite da arma da fuoco alla testa. Si tratta di un uomo di 29 anni e di una donna di 30, la sua compagna. In un primo momento gli inquirenti avevano pensato a un caso di omicidio-suicidio, ma con il passare delle ore si fa sempre più strada l’ipotesi del duplice omicidio, o addirittura dell’agguato.

 

Pordenone, due cadaveri in auto Si pensa a un omicidio-suicidio

Anche se in un primo momento  tutto sembrava far propendere per un omicidio-suicidio, il mancato ritrovamento dell’arma ha portato gli investigatori a non escludere alcuna ipotesi.   L’unica traccia del delitto sono per il momento alcuni bossoli trovati accanto alla vettura.

 

 

I nomi delle vittime

I corpi sono stati trovati ieri sera nell’auto di lui,  nel parcheggio antistante dalla palestra frequentata da una delle vittime. Fino a mezz’ora prima l’uomo si era allenato in palestra con i pesi, poi era uscito nel parcheggio.

Ad accorgersi del tragico evento un istruttore di judo. Le vittime sono Trifone Ragone, 29 anni,originario di Monopoli (Bari), sottufficiale dell’Esercito in servizio al 132° Reggimento Carri di Cordenons e la compagna Teresa Costanza, 30 anni, originaria di Agrigento.

Finora la dinamica dell’omicidio-suicidio sembra contrastare con l’allenamento dei sottufficiale. Si attendono chiarimenti dall’inchiesta in corso.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto