Heather Parisi a Gabbana: non c’è anche la Bellucci tra le mamme sintetiche?

Infiamma gli animi la polemica su Dolce &Gabbana, che hanno dichiarato di non volere bimbi “sintetici”, vale a dire nati in seguito a una fecondazione in vitro. Ma c’è chi, per difendere le proprie convinzioni, va molto più in là.

All’ira di Elton John e alla campagna di boicottaggio partita sui social network si aggiunge infatti Heather Parisi, che in quanto madre ultracinquantenne di due bambine, si è sentita in dovere di scrivere una lettera aperta a Domenico Dolce, esprimendo i suoi sentimenti.

 

Il riferimento a Monica Bellucci

In un passaggio, la Parisi arriva anche a fornire un piccolo elenco di altre donne famose che come lei hanno ricorso alla fecondazione in vitro: “Ci sono migliaia di mamme famose (Celin Dion, Mariah Carey, Nicole Kidman, Brooke Shields, Sarah Jessica Parker, Emma Thompson, Christie Brinklie, Jennifer Lopez, per non parlare della “musa ispirartrice” delle tue collezioni) e non, che, grazie alla scienza moderna, hanno potuto esaudire il loro desiderio di maternità e donare il loro amore di madri”.

Qui, però, è evidentissimo il riferimento a Monica Bellucci, che gli stilisti hanno sempre indicato come la loro musa, e che ha avuto la sua seconda figlia a 45 anni. Peccato che la Bellucci, gelosissima della propria privacy, non ha mai mai dichiarato di essersi sottoposta a un trattamento del genere.

 

Dolce: “La famiglia non va modificata”

A Panorama Dolce aveva dichiarato: “Sono gay, non posso avere un figlio. Credo che non si possa avere tutto dalla vita, se non c’è vuol dire che non ci deve essere. È anche bello privarsi di qualcosa. La vita ha un suo percorso naturale, ci sono cose che non vanno modificate. E una di queste è la famiglia.”

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto