Playboy e maschilisti: sono più a rischio depressione e abuso di sostanze

Essere sessisti e comportarsi come playboy impenitenti porta a minacce alla salute mentale degli uomini, più esposti al rischio di depressione e abuso di sostanze. Emerge da uno studio dell’Indiana University di Bloomington, pubblicato sulla rivista Journal of Counseling Psychology. I ricercatori hanno condotto una meta-analisi di 18 ricerche che hanno coinvolto nel complesso 19.453 persone.

a-sessismo02

Undici comportamenti sotto esame

Si sono focalizzati sulla relazione tra salute mentale e conformità a uno schema di 11 regole che generalmente sono considerate dagli esperti come corrispondenti alle aspettative di una società maschilista: desiderio di vincere, necessità di controllo delle emozioni, assunzione di rischi, violenza, dominanza, promiscuità sessuale (essere playboy), fiducia in sé, molta importanza attribuita al posto di lavoro, potere sulle donne, disprezzo dell’omosessualità e perseguimento di uno status.

Più difficile anche chiedere aiuto

Nel complesso, una conformità a queste regole è risultata associata a un peggiore stato mentale. L’associazione più consistente riguardava in particolare 3 delle regole: autosufficienza, perseguimento di comportamenti da playboy e potere sulle donne. Gli studiosi lanciano un altro allarme: gli uomini sessisti hanno meno probabilità di cercare aiuto per risolverli.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto