Amazon sfida i supermercati online: a Londra la spesa arriva a casa in un’ora

Amazon già l’estate scorsa aveva fatto il salto trasformandosi in supermercato online e ora procede su questa linea con il servizio Prime Pantry, al momento attivo a Londra, oltre che in Germania, Stati Uniti e Giappone, ma presto esportabile anche in altri Paesi, attraverso cui fare la spesa online e farsela consegnare a casa nel giro di un’ora.

Fatturato entro il 2020 di 17,2 milioni di sterline

Quattromila i prodotti al momento tra cui scegliere, freschi compresi, ma anche surgelati e deperibili e fino a 20 i chili di spesa che si possono acquistare. Si tratta di un settore che per la società big dell’ecommerce, già vale oltre 8 milioni di sterline e che, entro il 2020, potrebbe arrivare a 17,2.

Calo di vendite e profitti per le altre catene

Ma la politica di Amazon di aggredire il mercato della grande distribuzione non piace alle 4 principali catene di supermercati londinesi, Tesco, Wal-Mart’s Asda, Sainsbury’s e Morrisons che, pur avendo un proprio servizio di commercio elettronico, già lamentavano un “calo delle vendite e dei profitti dovuti al taglio dei prezzi per arrestare l’emorragia di acquirenti che migrano verso i discount tedeschi Aldi e Lidl”, scrive l’agenzia Reuters.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto