Diabete: nelle donne il rischio infarto è del 34% più elevato che negli uomini

Il diabete è un fattore di rischio per il cuore delle donne molto più che negli uomini dato che le pazienti di sesso femminile hanno il 34% di probabilità in più di essere colpite da infarto. Lo afferma uno studio che dalla Toscana è approdato a Stoccolma per il meeting dell’Easd, l’Associazione europea per lo studio del diabete, giunto alla cinquantunesima edizione.

Analizzati in 7 anni 3,2 milioni di ricoveri

A questo risultato si è arrivati dopo 7 anni di osservazione (dal 2005 al 2012) da parte di Giuseppe Seghieri dell’Agenzia regionale sanità e del suo team. I ricercatori, in quell’arco di tempo, hanno analizzato ricoveri negli ospedali toscani, registri demografici regionali e un database dei pazienti diabetici. In base a questa analisi, ne discende un campione di ricoveri di circa 3,2 milioni di abitanti sopra i 16 anni (47% maschi e 53% femmine). Di questi, 24.605 sono stati per infarto miocardico acuto, 26.953 quelli per ictus ischemico e 17.628 per insufficienza cardiaca congestizia.

Le fasce d’età più a rischio: 45-54 e 75-84

Da qui discende che, se gli uomini vengono ricoverati più spesso, in caso di diabete sono le donne a rischiare più grosso, dato che la combinazione con l’infarto si registra più spesso soprattutto in specifiche fasce d’età, tra 45-54 anni e i 75-84 anni. Si conferma così il risultato anche di un’altra ricerca, stavolta cinese, presentata sempre all’Easd e che in quel caso parla di una probabilità maggiore addirittura più alta nelle donne, il 40%.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto