Papa Francesco: “La donna tentatrice è un luogo comune da sfatare”

Altro che creature del demonio. “Esistono molti luoghi comuni, alcuni anche offensivi, sulla donna tentatrice”. Ad affermarlo papa Francesco Bergoglio che sottolinea la necessità di uno “spazio per una teologia della donna che sia all’altezza di questa generazione di Dio”. Inoltre “la donna, ogni donna, porta una segreta e speciale benedizione per la difesa della sua creatura dal maligno, come la donna dell’Apocalisse che corre a difendere il figlio dal drago e lo protegge”.

“La donna è più forte dell’uomo”

La linea teologica del pontefice già in passato aveva guardato con maggiore apertura rispetto al passato alla figura femminile. E ora, come ha detto nel corso dell’udienza generale di oggi, torna sull’argomento affermando che “il mondo creato è affidato all’uomo e alla donna: quello che accade tra loro dà l’impronta a tutto. Cristo è nato da una donna e la donna è la più forte nel portare avanti questo progetto”.

“La famiglia difende dalla logica del profitto”

Ribadendo il ruolo centrale della famiglia, “la base per difendersi” dalla “subordinazione dell’etica alla logica del profitto”, papa Francesco ha aggiunto che “una nuova alleanza dell’uomo e della donna deve ritornare a orientare la politica, l’economia e la convivenza civile. Essa decide l’abitabilità della terra, la trasmissione del sentimento della vita, i legami della memoria e della speranza. La famiglia ci salva dalla colonizzazione del denaro”.

“Il matrimonio è un nodo d’oro”

“Di questa alleanza”, ha proseguito il pontefice, “la comunità coniugale-familiare dell’uomo e della donna è la grammatica generativa, il ‘nodo d’oro’, potremmo dire. La fede la attinge dalla sapienza della creazione di Dio: che ha affidato alla famiglia non la cura di un’intimità fine a sé stessa, bensì l’emozionante progetto di rendere domestico il mondo”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto