Cagliari, picchiata dal fidanzato suicida: la ragazza è fuori pericolo

È fuori pericolo Manuela Picci, 26 anni, di Assemini, pestata a sangue dal fidanzato, Riccardo Madau, 25, il quale, pensando di averla uccisa, si è poi suicidato lanciandosi da un cavalcavia vicino allo stadio Sant’Elia a Cagliari. La giovane è ancora ricoverata nel reparto di rianimazione dell’ospedale Brotzu, in terapia intensiva. I medici mantengono riservata la prognosi, ma le sue condizioni sono migliorate e non è più in pericolo di vita.

L’autopsia sul giovane

Gli investigatori della squadra mobile attendono di poterla sentire per ricostruire quanto accaduto l’altra notte. Intanto Roberto Demontis, incaricato dalla pm Liliana Lecca, ha effettuato l’autopsia sul cadavere di Madau. Il giovane, da quanto si apprende, è morto per la caduta dal cavalcavia, non sono emersi altri elementi che possano far pensare all’intervento di terze persone. Ha battuto la testa contro l’asfalto ed è deceduto quasi immediatamente. Bisognerà invece attendere 60 giorni per i risultati degli esami tossicologici.

Cagliari: picchia la fidanzata e poi si uccide, ma lei è viva, le notizie del 14 luglio 2017

Ancora un dramma della violenza. Stavolta a Cagliari e con esito imprevisto. Forse credeva di aver picchiato a morte la fidanzata, dopo una violenta lite, e in preda alla disperazione è salito sul cavalcavia vicino allo stadio Sant’Elia (nella foto) e si è lanciato nel vuoto, suicidandosi.

Il ragazzo è morto, la ragazza si è salvata

È accaduto nella notte a Cagliari, dove un giovane residente nel quartiere di Sant’Elia Riccardo Madau, di 25 anni, è morto, mentre la fidanzata, Manuela Picci, 26 anni di Assemini (Cagliari), è ricoverata all’ospedale Brotzu in coma farmacologico.

La lite alle 3 di notte

L’episodio è avvenuto intorno alle 3. I due fidanzati avrebbero raggiunto la zona dello stadio a bordo di una Lancia Y. Hanno avuto una violenta discussione, probabilmente iniziata prima a bordo del veicolo e proseguita poi per strada.

Urla e botte, il venticinquenne ha colpito ripetutamente al volto la ragazza. La giovane ha tentato di allontanarsi e dopo aver percorso qualche metro è svenuta. A quel punto, forse preso dal panico, Madau è fuggito. È salito sul cavalcavia e si è lanciato nel vuoto.

La polizia sta cercando di far chiarezza sulle cause della tragedia ascoltando parenti e amici della coppia.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto