Supermarket: gli “inganni” e i trucchi per non cascarci

È capitato a chiunque: entrare in un supermercato perché si ha bisogno di un pacco di pasta, e uscirne con una paio di buste piene, senza sapere nemmeno il perché.
Nessuna magia, è “colpa” delle strategie di vendita utilizzate in tutto il mondo dalle catene della media e grande distribuzione, per fare crescere le vendite e fare in modo che ad essere acquistati siano i prodotti da cui si ha il margine di guadagno maggiore.

Il mensile dei consumatori australiano Choiche ha pubblicato una simpatica infografica, che vi riproponiamo qui, dove spiega i “trucchi” principali delle aziende, e fornisce qualche consiglio su come cercare di sfuggire alle trappole di vendita. Non sempre è possibile, ma conoscere il “nemico” è comunque un passo in avanti.

 

Occhio ai prodotti ad altezza “occhi”

Quando cerchi un prodotto, guarda anche in alto e basso, non solo davanti a te. All’altezza degli occhi ci sono di solito i prodotti su cui il rivenditore ha un margine di guadagno più alto. Quelli che ti faranno risparmiare di più sono dove è più difficile essere raggiunti.

 

Pane e latte sempre in fondo

Beni di prima necessità come pane e latte sono piazzati sempre nei punti più lontani dei supermercati, così da costringere i consumatori a fare il percorso più lungo possibile, e magari cedere a qualche tentazione. Il consiglio? Passo svelto e dritti verso l’obiettivo.

 

Se giri a sinistra spendi di più

Gli ingressi dei supermercati sono fatti in modo da incoraggiare i consumatori a fare il giro dello store in senso orario. In questo modo – suggeriscono diverse ricerche – i consumatori comparano più cose.

 

Attenti alle code

I punti “strategici” dove terminano le code alla cassa o al banco del fresco, sono considerati i più redditizi. Le aziende pagano caro per vedere piazzati i loro prodotti proprio lì, dove ci si annoia e ci si guarda attorno. Indovinate su chi si riversano i costi?

 

Cioccolatini e caramelle

Per la stessa ragione,  gli snack più grassi sono proprio lì, vicino alla cassa. Messi apposta per tentare il consumatore stanco e annoiato (e i suoi figli). Resistere sarà difficile, ma almeno, se cediamo, potremo dare la colpa a qualcun altro.

 

Frutta e verdura

Sono quasi sempre vicini all’ingresso dei locali, per dare un’immagine di freschezza. Di solito sono fatti in modo da incoraggiare il consumatore a rimanere più a lungo nel negozio. E più a lungo vi resta più prodotti acquisterà.

 

Le tre regole d’oro

sapere tutto ciò, va detto, non servirà a nulla se non seguirete le tre regole d’oro per chi entra in un supermercato. Da tenere sempre a mente.

– Fai shopping da sola. Entrare in un negozio in compagnia spinge ad acquistare di più.

– Fai la spesa sazia. Se sei affamata comprerai qualunque cosa.

– Porta con te la tua lista della spesa.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto