Barba o baffi: l’uomo pelato non è più trendy e lo conferma il principe Harry

I modelli da seguire? Pierfrancesco Favino, Gabriel Garko e Giorgio Pasotti, e all’estero Matt Damon, Kit Harington e Bradley Cooper. Capelloni quanto basta, con le sopracciglia folte e naturali , (addio finalmente al modello ‘ali di gabbiano’) e anche baffi, se possibile. Ma c’è anche il principe Harry d’Inghilterra, nella foto in basso, a tenere alta la fama dell’uomo ispido, con tanto di barba e capelli (abbondanti e rossi, nel suo caso).

 

aaaaharry

Per i capelli trionfa il “no gender”
“Per quanto riguarda i capelli – ha spiegato Felice Panzironi per Kaminoke Group parrucchieri – diminuiranno le sfumature e rasature, ma assisteremo all’arrivo di un nuovo stile, il look “no gender”, con capelli morbidi, lunghi, ordinati e curati. Le sopracciglia andranno ancora folte ma curate, per un look curato”.

 

Quarantenni con un look ricercato
Per quanto riguarda i più giovani, dai 20 ai 40 anni, confermato il look no gender sfoggiato durante le sfilate parigine, mentre per i quarantenni si adotterà un look più ricercato. “Ci sarà ancora l’uomo brizzolato – prosegue Felice – ma sono previsti anche nuovi colori trasparenti se non riuscite a combattere con l’età. E se avete un po’ di rughe sotto gli occhi, basta curarle con creme anti età, vitamine e filler. Male che vada, vanno bene anche occhiali con lenti sfumate e colorate, tipicamente anni Settanta”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto