Tumore al seno, studio spagnolo: l’olio extravergine d’oliva lo contrasta

Dieta mediterranea e soprattutto olio extravergine d’oliva in abbondanza per combattere il cancro al seno. Lo sostiene uno studio spagnolo che, per primo, arriva a una conclusione del genere e che è appena stato pubblicato dalla rivista scientifica Jama Internal Medicine. L’indagine scientifica è stata condotta su un campione di 4.282 donne fra i 60 e gli 80 anni. Sono state seguite fra il 2003 e il 2009 per un periodo non inferiore ai 5 anni dai ricercatori delle Università di Pamplona e Madrid: secondo le loro osservazioni, in questo modo la possibilità che si sviluppi una patologia tumorale si riduce del 68%.

Registrati 2 terzi di casi in meno

A guidare lo studio è stato Miguel A. Martínez-González, docente nutrizionista del Navarra Institute for Health Research di Pamplona e dell’Instituto de Salud Carlos III di Madrid, e la scelta delle pazienti da monitorare si è concentrata su persone a rischio di patologia cardiovascolare suddivise in 3 gruppi, a seconda del regime alimentare seguito: povero di grassi, dieta mediterranea con un consumo extra di frutta secca (30 grammi al giorno fra noci, nocciole, mandorle) e all’alimentazione mediterranea con extradosaggio di olio (un litro alla settimana, famiglie comprese). Durante la ricerca, nell’ultimo gruppo i nuovi casi di carcinoma mammario sono stati 35 facendo registrare la consistente riduzione: oltre 2 terzi in meno.

Già dimostrati effetti benefici sul diabete

“Si tratta di risultati preliminari, che vanno verificati e approfonditi su un campione più vasto di popolazione”, ha detto Martínez-González. “Servono anche verifiche su un tempo d’osservazione più lungo, ma resta il fatto che questa è un’altra conferma di quanto già dimostrato da diversi altri studi, ovvero i benefici per la salute che derivano dalla dieta mediterranea e dall’olio d’oliva”. Rimane il fatto che già in passato si era visto che questo condimento aveva effetti positivi sulla salute, come nel caso dell’olio del Viterbese con il diabete. Merito degli antiossidanti che influiscono positivamente sul colesterolo e l’assorbimento intestinale delle vitamine liposolubili.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto