Errore tecnico a Macerata: la scossa di 5.1 era un falso allarme

Una specie di beffa! Stamattina non c’è stata alcuna scossa di terremoto magnitudo 5.1 questa in provincia di Macerata.
I fatti sono andati così: l’indicazione del sisma è apparsa sul sito dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) per un errore tecnico e poco dopo è stata cancellata.
Secondo quanto si è appreso, l’errore è stato determinato da un malfunzionamento di sistema che ha determinato una errata lettura dei dati: in realtà alle 5:17:46″ la scossa realmente avvenuta è stata di magnitudo 1.6 con epicentro 1 km a nord di Pieve Torina (Macerata).

Tra tanti terremoti veri, ora ci si mettono anche quelli “finti”, di cui non si sente certo il bisogno.

 

Ma la fortissima scossa era solo un errore

Una scossa fortissima, di 5.1 gradi della scala Richetr, sarebbe stata avvertita a Macerata e provincia. Al momento non si conoscono ulteriori dettagli.

La scossa è stata registrata alle 5,17 in provincia di Macerata. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipoentro a 9 km di profondita’ ed epicentro a 1 km da Pieve Torina (Macerata) e a 20 da Preci (Perugia). Al momento non si hanno informazioni di eventuali danni a persone o cose.
Pieve Torina è un paese di meno di 1.500 abitanti già colpito il 30 ottobre dell’anno scorso da un devastante terremoto (vedi foto qui sopra).
Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto