La truffa dei 2 euro: attenzione al resto, ecco come vi imbrogliano

“State molto attenti quando si fanno gli scambi di denaro e valutate bene il resto”. L’allerta arriva da Federconsumatori e riguarda la cosiddetta truffa da 2 euro, monete che sembrano quelle circolanti in Europa e invece sono di nazioni in cui valgono pochi centesimi.

Segnalazioni dalle grandi città

Le principali segnalazioni di questa truffa arrivano soprattutto da Roma e Napoli, a causa del grande afflusso turistico, ma si sta diffondendo in tutto il paese. Capita, infatti, che al posto dei 2 euro si ricevano monete da 10 bath, provenienti dalla Thailandia, che corrispondono a 25 centesimi e che nei distributori automatici, soprattutto quelli più datati, possono essere usate perché le macchine non le riconoscono come straniere.

Raggiri nei centri commerciali

Lo stesso può accadere con i 5 scellini del Kenya (valore: 20 centesimi). I raggiri possono avvenire – prosegue Federconsumatori – “soprattutto in prossimità dei centri interessati da un grande afflusso di stranieri e turisti, perché è più facile che si verifichino truffe o errori”. Dunque occhi aperti sulle monete che vi mettono in mano.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto