Asparagi, carciofi, fragole e lamponi: tre ricette di piena primavera

Nonostante il clima di questi giorni, la primavera è iniziata già da tempo. E questa resta comunque una stagione che offre frutta e verdura in grande varietà. Abbiamo scelto tre ricette semplici e gustose: una per un differente alimento che si trova al mercato in questi giorni.

Risotto agli asparagi

Ingredienti per 4 persone: 350 grammi di riso, 70 grammi di burro, 70 grammi di burro, mezza cipolla tritata, 500 grammi di asparagi; brodo, olio, sale e formaggio grattuggiato quanto basta.

Dopo aver pulito accuratamente gli asparagi e averli fatti lessare in acqua bollente e salata, si tagliano le punte e le si rosolano per 5 minuti in 15 grammi di burro; quindi le si mettono da parte.

In una pentola si prepara un soffritto con 30 grammi di burro, 3 cucchiai di olio e la cipolla, fino a quando quest’ultima risulta appassita. Quindi si aggiungono il riso, gli asparagi privati precedentemente delle punte e – via via – il brodo, per assicurare la cottura lenta degna di ogni buon risotto. In ultimo, si aggiungono le punte degli asparagi e il restante burro. Il piatto viene quindi servito dopo averlo spolverato con il formaggio grattugiato.

I carciofi alla romana

Ingredienti: 4 carciofi (possibilmente le mammole romane), succo di limone; 250 grammi di acqua; 1 mazzetto di menta; 100 grammi di olio extravergine di oliva, 1 limone; 1 spicchio di aglio; sale fino e pepe nero quanto basta.

Si taglia il limone a metà: si spreme quindi il succo di una metà in una ciotola molto capiente, contenente l’acqua; strofinando sulle mani la parte residua (per non farle annerire durante la pulizia dei carciofi). Si strappano quindi dai carciofi – procedendo uno ad uno – le foglie più esterne. Si tagliano la parte la parte finale del gambo e la punta del carciofo. La “barbetta” interna viene eliminata incidendo anche la parte centrale dell’ortaggio, allargandolo con le mani e con l’aiuto di un coltellino. Dopo aver pelato anche il gambo e arrotondato la parte finale con un coltellino ben affilato, si posiziona il carciofo nella ciotola con acqua e succo di limone.

Dopo aver ripetuto l’operazione per tutte e 4 le mammole, il recipiente viene coperto con carta assorbente. Nel frattempo si arrotolano le foglie di menta, tagliandole con un coltello. Si sbuccia quindi l’aglio, lo si taglia a fettine e lo si trita, unendolo alla menta, al sale e al pepe nero, mescolando bene. Si scolano quindi i carciofi e li si farciscono con il trito appena preparato, premendolo sulla superficie. Si appoggiano quindi – ravvicinati e capovolti – in un tegame, versando sopra olio e acqua; in modo che il liquido copra fino all’inizio del gambo. Dopo aver poggiano un coperchio sul tegame, si cuoce a fuoco medio per circa 30 minuti; quindi i carciofi vengono serviti ben caldi.

Pan di Spagna farcito con fragole e lamponi

Ingredienti: 100 grammi di farina, 75 grammi di fecola di patate, 8 tuorli, 2 limoni, 50 grammi di burro, vino bianco, 8 cucchiai di marsala secco, 200 grammi di fragole, 200 grammi di lamponi, ¼ di panna montata, 1 pizzico di sale e 1 cucchiaio di zucchero vanigliato.

Dopo aver lavato accuratamente – almeno per 5 minuti – le fragole e i lamponi in acqua e bicarbonato, nonché sciacquato e posto in una ciotola, si versa sopra del vino bianco, lasciando riposare. Nel frattempo si prepara il pan di Spagna sbattendo, in una terrina, 4 tuorli, 250 grammi di zucchero, la scorza di limone grattugiata, lo zucchero vanigliato e il sale. Si amalgama il tutto con una frusta elettrica. La terrina viene poi appoggiata su un tegame pieno d’acqua posto sul fuoco; si mescola fin quando il contenuto si gonfia, trasformandosi in una crema omogenea. Si aggiungono quindi la farina e la fecola di patate e 30 grammi di burro fuso e tiepido. Dopo aver amalgamato ulteriormente, si versa il contenuto in una tortiera imburrata. Si cuoce in forno caldo a 180 grammi per circa 30 minuti; quindi lo si fa raffreddare.

Nel frattempo si prepara lo zabaione sbattendo quattro tuorli con 100 grammi di zucchero in un recipiente e rimescolando fino a ottenere un composto omogeneo e gonfio. Si uniscono quindi 8 cucchiai di marsala secco; prima di cuocere il composto a “bagnomaria” facendo ispessire la crema senza farla mai bollire. In ultimo si aggiunge qualche cucchiaio di panna montata.

Il pan di Spagna – raffreddatosi nel frattempo – viene quindi tagliato in tre dischi di spessore uguale; ciascuno dei quali viene farcito, strato dopo strato, con lo zabaione preparato e la frutta macerata nel vino. Il disco in alto viene decorato anche zucchero vanigliato e frutta al centro.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto