La sciabolata di Attila: il gelo sul Centro-Sud, mareggiate e venti forti sulle coste (video)

Dopo l’ondata di maltempo che ha colpito il Nord portando neve su Bologna, sull’Emilia e sulla Toscana, ecco che il vortice freddo si sta spostando gradualmente verso il Centro adriatico e il Sud. Sul Nord-Est permangono forti venti di Bora, precipitazioni diffuse e clima invernale.

Rimangono le precipitazioni

Dunque piogge e temporali su regioni adriatiche, Sardegna (sta nevicando su Nuoro) e su gran parte delle regioni meridionali. In serata peggiora ulteriormente su Marche meridionali, Abruzzo e Molise, con possibili nubifragi. Forti piogge attese anche sulla Puglia centro-settentrionale. Ancora precipitazioni in Romagna, bel tempo sul resto del Nord, salvo ultimi annuvolamenti sul Triveneto.

Resta anche il freddo

La quota neve risale sopra i 1200. Ma più a valle è ancora calo termico di 4-8 gradi al Centro-Nord, poi anche al Sud.

Notte di blackout sugli Appennini

Notte di disagi nei comuni dell’Appennino bolognese, in particolare Loiano e Monghidoro, dove la mancanza di energia elettrica in seguito alle nevicate di ieri, che hanno raggiunto il metro, non è ancora stata completamente risolta. Nel centro di Monghidoro, spiega al telefono il sindaco Barbara Panzacchi, la luce questa notte c’era, mentre sono ancora in black out le frazioni, come Madonna dei Boschi, Pianaccio, Fradusto. La situazione viene riassunta nel video sotto pubblicato dall’Ansa.

Problemi anche alla viabilità

“Enel”, dice il primo cittadino, “ci ha detto che lavorerà tutto il giorno per il ripristino, intanto interverremo con gruppi elettrogeni”. Gli alberi caduti hanno creato però problemi di viabilità e quindi anche agli spazzaneve.

Difficoltà anche in ospedale

Pare in miglioramento la situazione dell’ospedale di Loiano, colpito dai black out: ieri sera nella struttura si sono riuniti il centro operativo comunale e la protezione civile, con la messa a disposizione di brandine per chi ne aveva necessità. Il Comune invita a non sprecare acqua. Oggi nei due paesi le scuole rimangono chiuse.

La sciabolata di Attila: neve su Bologna, l’Emilia e la Toscana (video), notizie del 13 novembre 2017

Pioggia, vento e freddo: la settimana inizia (male) così, con neve anche in pianura sul nord, in particolare sull’Emilia Romagna e su Bologna, ma anche sulla Toscana. Oggi un nucleo di aria fredda, di origine artica, irromperà sull’Italia.

Piogge e temporali interesseranno molte regioni, sferzate tra l’altro da forti venti, con raffiche anche superiori ai 100 chilometri orari.

Bora a Trieste

Ecco l’aggiornamento della situazione. Temporali e bora sulla costa triestina; neve in Carnia a partire dai 500-600 metri; una casa parzialmente scoperchiata dal vento in Friuli, a Malnisio di Montereale Valcellina (Pordenone). Le nevicate dovrebbero raggiungere anche la zona del Carso triestino, a partire dai 300 metri di quota.

Alberi caduti a Roma

Alberi sono caduti su alcune auto a Roma, colpita dal vento forte. In particolare un tratto di viale Parioli è stato chiuso al traffico fino alle 8.30 per un albero finito su una macchina in sosta. Traffico rallentato in diversi punti della città, fino al litorale, per alberi o rami caduti in strada. A Maccarese sono caduti due grossi rami, uno e’ finito su una vettura, danneggiandola. Un albero e’ caduto anche ad Ostia. Desta apprensione tra i balneari la forte mareggiata, soprattutto nei tratti di costa da tempo alle prese con l’erosione.

Le situazioni più critiche

I fenomeni meteo potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata allerta gialla in Emilia Romagna sulla pianura emiliana centrale e orientale e sulla costa del Ferrarese, sulle Marche centro settentrionali, in Friuli Venezia Giulia sul Bacino di Levante-Carso, su tutta la Campania, in Calabria sul Versante Tirrenico Centrale e Settentrionale e sulla Basilicata occidentale.

Nubifragi su Romagna e Marche

13-16 NOVEMBRE – Maltempo che dal Nord-Est e dalle regioni tirreniche si sposta gradualmente verso i settori adriatici con piogge e temporali localmente intensi.

Sono attesi nubifragi dapprima su Romagna e Marche settentrionali, poi sulle regioni adriatiche centrali, localmente su coste ioniche. Temporali su Sardegna orientale, coste siciliane.

17-19 NOVEMBRE – Ultime precipitazioni sulle regioni meridionali, il tempo è già migliorato al Nord e migliorerà ulteriormente anche sulle regioni adriatiche. Weekend con tempo asciutto e spesso soleggiato.

NEVE – Fiocchi bianchi anche a quote basse al Nord e in Toscana, sopra i 3/500 metri. Sul nel corso resto del Centro sopra i 1000 metri e via via a quote più alte man mano che si scende verso Sud.

TEMPERATURE – In rapida diminuzione e fino a raggiungere un sotto-media di 5-8° su tutte le regioni.

 

 

Le previsioni del 12 novembre

Situazione atmosferica dinamica sull’Italia. Dopo il peggioramento che sta coinvolgendo Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Liguria, Sardegna, Lazio, Campania e un bel pezzo del Sud, si attende la prima irruzione di aria artica della stagione che si sta preparando ad invadere l’Italia.

Ci riuscirà nella giornata di lunedì 13, ma il tempo comincerà a peggiorare ulteriormente già da domenica.

La situazione

Nel corso di domenica 12 ottobre, una bassa pressione di origine scandinava si muoverà velocemente verso l’Europa centrale. Attila, questo il nome del centro depressionario, si adagerà sulle Alpi per poi scavalcarle nelle prime ore di lunedì.

Forti peggioramenti al Sud nel week end

Venerdì le precipitazioni si concentreranno al Sud con temporali e piogge localmente intense. La prima parte del weekend vedrà piogge solo sull’estremo Sud, ma il tempo tenderà a peggiorare fortemente da domenica sera.

Il grafico in apertura di pagina è di ilmeteo.it.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto