Usa: 117 donne prendono la pillola, 94 restano incinta, scatta la class action

Sono 117 le donne che negli Stati Uniti hanno intentato una causa contro la Qualitest Pharmaceuticals. 94 di loro sono rimaste incinta dopo aver preso una pillola “sbagliata”. Il problema: un errore nelle pillole anticoncezionali che avrebbe provocato gravidanze indesiderate. Le mamme loro malgrado sono di 28 diversi Stati e la class action riguarda la Pennsylvania. Il caso risale al 2011. E le donne chiedono mega-risarcimenti, che includono il costo di crescere i figli fino al pagamento delle rette del college futuro.

 

Era stato invertito l’ordine delle pillole

L’azienda – racconta Cbs News on line – aveva ritirato 8 tipi di contraccettivi scoprendo che la disposizione delle pillole all’interno delle confezioni era stata scambiata rendendo inefficace il farmaco. Di fatto, le confezioni ritirare erano state 500 mila e al controllo solo 53 presentavano il problema di ordinamento delle pillole.

Si parla di risarcimento multimilionario

Nonostante cio, ora la Qualitest Pharmaceuticals rischia di dover pagare un risarcimento da almeno 6 zeri. “Generazioni di donne si sono fidate della pillola anticoncezionale”, dice Cindy Pearson del National Women’s Health Network, “e quando le aziende creano problemi devono rimediare”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto