Sequestrate 3.800 tonnellate di falso riso biologico, denunciate in 6

Ancora una truffa alimentare all’orizzonte dei consumatori italiani. Nello stesso giorno in cui l’Antitrust apre un’istruttoria su 7 aziende ancora per l’olio extravergine, la Guardia di finanza ha sequestrato 3.800 tonnellate di falso riso biologico e denunciato i titolari di sei aziende agricole del Vercellese per frode in commercio.

Per il sostituto procuratore Ezio Domenico Basso, usavano diserbanti non nocivi ma vietati in agricoltura bio per aumentare la resa per ettaro. Da notare che il riso biologico viene pagato sul mercato il triplo rispetto a quello prodotto in agricoltura convenzionale. Sulla vicenda, alla fine dell’anno scorso, c’erano già state le accuse documentate di Report.

 

Sul mercato un prodotto “tradizionale”

Ciò che finiva sul mercato era un prodotto coltivato secondo i metodi tradizionali spacciato per biologico.

Nell’indagine della Guardia di Finanza sono finiti i produttori autorizzati dalla Regione Piemonte a coltivare secondo il metodo biologico. Le analisi sono state eseguite in collaborazione con l’Arpa.

 

Appezzamenti di produttori già “sospettati”

Le indagini tecniche, effettuate su incarico della procura di Vercelli nei laboratori dell’Arpa, si sono concentrate su campioni di terreno, acqua, piantine di riso di diversi appezzamenti scelti tra quelli coltivati secondo la pratica del biologico, e appartenenti ai soggetti di cui si sospettava la frode.

L’esito delle analisi ha consentito di evidenziare la presenza di prodotti fitosanitari non consentiti in agricoltura biologica in percentuali variabili, ma tutte superiori ai limiti di tolleranza.

 

 

aaareport

Una puntata di Report denunciava il falso biologico

 

Il 14 dicembre del 2014 è andata in onda una puntata di Report che denunciava il falso riso biologico. Potete rivederla qui.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto