Pronti? Si scia, parte il 22 la stagione della neve

Pronti, attenti si scia.  Ancora pochi giorni di attesa e ci siamo: riaprono gli impianti sciistici. In Italia la data tradizionale è nel week end dell’Immacolata. Ma alcuni centri invernali si preparano ad attaccare la spina già fra una decina di giorni sabato 22 novembre. Neve permettendo.

Per ora è ancora un po’ scarsa. Ma oggi si sa, che cada o no la neve, non importa più. Certo se c’è, è meglio. Sennò amen.  Fondamentale è che sia freddo. Sottozero abbondante per spararla dai cannoni. Poi.. se proprio… Se a vedere la giacca a vento piegata nell’armadio, vi dovesse cogliere il raptus della neve, in Italia qualcosa di aperto c’è già in Italia.

 

Cervina è già pronta

Come al solito i primi ad accogliere gli sciatori a nei giorni scorsi sono state le località sui ghiacciai  (quelle dove è possibile sciare anche a primavera inoltrata)  come  Cervinia in Val d’Aosta (nella foto grande),  Presena sull’Adamello fra Lombardia e Alto Adige e Solda-Ortles  in Alto Adige.

A Breuil -Cervinia gli impianti sono già aperti dal 1° novembre. La neve è buona e si va da 45 centimetri in valle a 185 centimetri in quota.  Prezzo skipass giornaliero festivo 41 euro. 29 i ragazzi.

 

aaaaaltabadia

Le aperture previste il 22 novembre

Le prossime aperture sono previste per il 22 novembre. E sono: Alta Val Pusteria (Bz), 29 novembre: Madonna di Capiglio (Tn), Cortina d’Ampezzo (Bl), Courmayeur (Ao), Buffaure (Tn),  Plan de Corones (Bz),  San Vigilio di Marebbe (Bz) Bormio (So), San Martino di Castrozza (Bl) , La Thuile (Ao), Gressoney-Saint-Jean , Monterosa Ski (Ao), Champoluc (Ao)  Pila (Ao),  Polsa San Valentino (Tn) (è una delle stazioni più comode e vicine per chi arriva dal centro nord perché è a mezz’ora da Rovereto Sud),  Santa Caterina Valfurva (So), Champorcher (Ao) Carezza Ski (Bz), Passo Lavazè (Tn), Val di Fiemme  in Trentino (Cavalese, Pampeago Predazzo, Cavalese Cermis), Abetone (Pt),  Gressoney-La-Trinité – Monterosa Ski (Ao), Prato Nevoso e Mondolè Ski (Cn), Chiesa Valmalenco (So), Spiazzi di Gromo (Bg), Colere (Bg), Caspoggio – Valmalenco (So), Comprensorio Ski Civetta (Bl), Andalo – Fai della Paganella (Tn), Passo Rolle (Bl) , Passo Brocon-Marande (Funivie Lagorai).

 

Spesa superiore ai 900 euro

Secondo l’Osservatorio italiano sul Turismo montano che ha presentato la su aultima indagine questo mese alla fiera Skipass di Modena,  quest’anno un italiano medio spenderà  per passare una settimana bianca 941 euro. Se si accontenterà di un week end sulla neve  la spesa sarà di 328 euro. Le vacanze sulla neve sono un prodotto turistico che vale 9,9 miliardi (è il giro d’affari previsto per il 2014). Tradotto in percentuale diventa l’11,3% del turismo italiano. Anche perché l’Italia sarà anche una terra di marinai, ma le piste non mancano: ci sono ben 7.143 chilometri dove scorrazzare con gli sci (fra fondo e discesa). Solo quelle da discesa sono 3.752 chilometri. Non c’è proprio da annoiarsi.

 

Le nuove tendenze di quest’anno

 

Una delle tendenze più forti della nuova stagione è abbandonare l’auto privata, usare i mezzi pubblici , noleggiare l’attrezzatura e dunque viaggiare più leggeri. In molti posti  la logistica aiuta. Per esempio in Alto Adige.
Qui dal 14 dicembre un nuovo treno della neve, lo Ski Pustertal Express collegherà i comprensori di Plan de Corones (un grande carosello sciistico in provincia di  Bolzano) con le Dolomiti si Sesto e con 200 km di piste.
In Trentino invece c’è il comodissimo Dolomiti Express. È un treno che parte dalla stazione di Trento e viaggia su una vecchia linea secondaria del dopoguerra, prima abbandonata e poi recuperata. Filando attraverso varie valli (e con varie fermnate lungfo il tragitto) arriva  in poco più di un’ora sulle piste di  Madonna di Campiglio. In senso letterale. Perché alla stazione di arrivo – Daolasa –  si attraversa un binario e si sale sulla cabinovia che porta in 12 minuti di ascesa sulle  piste, al cospetto delle Dolomiti di Brenta, nel cuore del carosello sciistico Folgarida – Marilleva – Madonna di Campiglio, con 150 chilometri di piste da sci a disposizione.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto