Mondiali, la Russia all’esordio travolge l’Arabia Saudita: 5-0

Russia in vantaggio 2-0 alla fine del primo tempo della partita iniziale dei Mondiali 2018. I padroni di casa hanno aperto le segnature con Gazinsky al 12° (nella foto in aperrtura di pagina) e hanno raddoppiato a pochi minuti dalla fine dei primi 45 minuti con Cerisev, col numero 6 nella foto in basso. Lo stesso attaccante ha segnato una doppietta, mettendo in porta il pallone anche al 91°. Gli alteri due gol sono stati segnati da Dzjuba al 71° e da Golovin al 94°.

Proprio l’autore della doppiatta era entrato a metà tempo per sostituire l’infortunato Dzagoev (foto qui sopra).

Non una grande Russia, per la verità, quella vista nel primo tempo, ma nel secondo è stata travolgente, anche per la pochezza dimostrata dall’Arabia Saudita.

È la ventunesima edizione del Mondiali di calcio

Palla al centro e fischio d’inizio giovedì 14 giugno per la ventunesima edizione dei Mondiali di calcio. Sarà la Russia ad ospitare quest’edizione che conta, tra i grandi assenti, la nostra Nazionale. I veri appassionati, però, sono già pronti a fare una full immersion tra partite e post partita. Per la prima volta sarà una tv commerciale a trasmettere le partite. Mediaset, infatti, si è aggiudicata i diritti tv e trasmetterà in chiaro tutto il Mondiale.

Vediamo, però, come affrontare i prossimi giorni tra dribbling e gol.

La cerimonia di apertura

La cerimonia inizierà alle 14, ma la performance del duo musicale formato per l’occasione da Robbie Williams e Aida Garifullina comincerà intorno alle 16,30, mezz’ora prima del fischio d’inizio della partita inaugurale Russia-Arabia Saudita. Ci sarà – tra gli ospiti – anche Ronaldo, che ha vinto due volte il Mondiale. Lo spettacolo sarà visibile sia in chiaro, su Canale 5, che sul satellite grazie a Mediaset Premium. Per quanto riguarda lo streaming, le opzioni sono tre: il portale di Canale 5, quello di Sport Mediaset e, per gli abbonati, l’app Premium Play, in modo da poter gustare lo spettacolo via PC, tablet e cellulare.

Le squadre

Sono 32, compresa la Russia nazionale ospitante, qualificata di diritto. Anche la Germania campione del mondo in Brasile quattro anni fa ha dovuto superare le qualificazioni.

Otto gironi, ma nessuno particolarmente difficile. Favorite per la vittoria Brasile, Argentina, Germania e Spagna, anche se la vera sorpresa potrebbe arrivare dalla Francia. Tra le grandi assenti, oltre all’Italia, le nazionali di Cile, Olanda, Ghana e Stati Uniti.

Dove si gioca

Sono 11 le città coinvolte e 12 gli stadi. Fischio d’inizio giovedì 14 giugno alle ore 17 (diretta su Canale 5) a Mosca per la prima partita tra Russia e Arabia Saudita. La finale del 15 luglio è in programma allo stadio Luzniki di Mosca.

Il giorno prima, sabato 14 luglio, la finale per il terzo e quarto posto si giocherà, invece, a San Pietroburgo.

Al momento sono stati venduti oltre 2,5 milioni di biglietti, ma come ogni grande appuntamento sportivo, c’è massima attenzione per gli attacchi terroristici (la Russia è coinvolta nel conflitto nel Donbass in Ucraina e questo è uno dei motivi di preoccupazione) e anche per le intemperanze dei tifosi più violenti.

Il primo mondiale col Var

Russia 2018 sarà il primo Mondiale con il Var, la “moviola” in campo che ben conoscono le nostre squadre di serie A e anche il più ricco della storia per il montepremi che la Fifa ha messo a disposizione per le 32 nazionali. Si tratta di 682 milioni di euro, con una crescita del 40% rispetto a quelli del 2014.

Una coppia inedita per l’apertura

La partita sarà preceduta – come abbiamo detto sopra – da una breve cerimonia d’apertura, che vedrà l’esibizione della pop star inglese Robbie Williams (nella foto sopra) e della soprano russa Aida Garifullina (qui sotto). Una coppia inedita che promette scintille.

“Sono così felice ed entusiasta di tornare in Russia per una performance così unica”, ha dichiarato Robbie Williams. “Aprire la Coppa del Mondo davanti a 80.000 tifosi nello stadio e a milioni di telespettatori in tutto il mondo è un sogno d’infanzia “, ha aggiunto.

Entusiasta anche Garifullina, solista dell’Opera di Stato di Vienna: “Non avrei mai immaginato di far parte di questa grande festa che si svolge nel mio paese”. Alla cerimonia partecipa anche il due volte campione del mondo Ronaldo.

Il benvenuto di Putin

A pochi giorni dal fischio d’inizio il presidente Vladimir Putin ha rivolto un messaggio di benvenuto alle nazionali che si sfideranno nel suo Paese.

“Abbiamo fatto del nostro meglio – ha detto Putin nel video messaggio – per garantire che tutti i nostri ospiti, siano essi atleti, staff o tifosi, si sentano a casa: abbiamo aperto il nostro paese e il nostro cuore al mondo. Benvenuti alla Coppa del Mondo Fifa”.

Dove guardare le partite in tv

Mediaset si è aggiudicata l’asta per una cifra di 78 milioni di euro. Tutte le 64 partite saranno trasmesse in chiaro e in HD su quattro canali dedicati, Canale 5, Italia 1, Canale 20, Mediaset Extra, per un totale di 1.000 ore di programmazione, 500 live. Debutterà anche la tv aumentata: usando solo il telecomando si potranno scegliere contenuti extra. Inoltre, con la nuova funzionalità “Restart” si potrà rivedere il match quando è ancora in corso.  Sportmediaset.it funzionerà come sito e come app con il suo “Speciale Mondiale”.

Mediaset avrà uno studio panoramico a Mosca nella Piazza Rossa e lo spazio all’interno dell’International Broadcasting Center. Imponente lo sforzo produttivo: 500 professionisti coinvolti, tra giornalisti, produttori e tecnici, tra cui oltre 130 in Russia.

Palinsesto coperto fin dal mattino

Ricco il palinsesto televisivo fin dalle prime ore del mattino: Buongiorno Mosca dalle 8 su Mediaset Extra, Casa Russa alle 11.15 su Italia1, SportMediaset delle 13 su Italia1, Mondiali Mediaset LIVE su Canale20 + canale della partita; Tiki Taka Russia Italia1 alle 22 con Pierluigi Pardo e Andrea Pucci dopo le partite in prima serata su Italia, Balalaika alle 22 su Canale5 dopo i match in prima serata con Ilary Blasi, Belen Rodriguez e Nicola Savino, e infine Mai dire Mondiali con la Gialappa’s Band sulle radio e Mediaset Extra.

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto