Torna 30 anni dopo “Indietro tutta” di Renzo Arbore: stasera e il 20 su Rai2 (video)

Torna 30 anni dopo “Indietro Tutta”, una delle trasmissioni di Renzo Arbore che cambiarono la televisione italiana, e l’artista torna in Rai con la fida spalla Nino Frassica per annunciare “Indietro Tutta 30 e l’Ode”, in onda questa sera, 13 dicembre, e fra una settimana, il 20, sempre su Rai2. Un appuntamento condotto dalla giovane Andrea Delogu, per gli aficionados del passato ma, spera Arbore, anche per i giovanissimi: “Quello che io posso fare alla mia età è spiegare chi era Walter Chiari: i millennial non lo sanno chi era Walter Chiari”.

“Alla riscoperta dei geni dello spettacolo”

“I millennials non sanno neanche chi era Alberto Sordi”, ha aggiunto Arbore (nel video con la sigla dei tempi, “La vita è tutta un quiz”). “È chiaro che bisogna inventare delle formule per far apprezzare questi inventori di musica, spettacolo, ironia, non per rimpiangerli ma per andare avanti”. Indietro tutta fu certamente un programma rivoluzionario, per comicità, innovazioni e per la satira. Arbore ne spiega bene i motivi.

Un mix di successi

“Per il fatto che fosse improvvisato, ma anche i messaggi che conteneva”, dice infatti. “C’era il messaggio critico nei confronti dell’Auditel, quello delle ragazze Coccodé, lo strapotere dello sponsor con il Cacao Meravigliao, il bambino che veniva usato”. Tanto successo ma una trasmissione anche scomoda quella di trent’anni fa. Tanto che in tv, sulla Rai, Arbore non fu più chiamato a condurre un programma di punta. E oggi cosa prenderebbero in giro Arbore e Frassica?

“La tv andrebbe presa in giro”

“La televisione di oggi”, risponde Nino Frassica. “Tutta”. Aggiunge Arbore: “Nessuno la prende in giro e andrebbe presa in giro”. Infine, ricordando l’ultima puntata di “Indietro tutta” dice: “Dopo la trasmissione, rimasero le telecamere accese. Ho rivisto il mio labiale, dicevo ‘ora ci rivediamo fra vent’anni’. Avevo già previsto che dopo i due grandi successi di ‘Quelli della notte’ e ‘Indietro tutta’ sarebbero passati vent’anni. A dire la verità ne sono passati trenta”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto