Adottava gattini in regalo, li torturava e li uccideva: condannato a 2 anni il killer

Due anni di reclusione per stalking e un anno di libertà vigilata con l’obbligo di sottoporsi alle cure che gli verranno prescritte. È la sentenza del giudice di Bergamo per un quarantenne di Trescore Balneario finito alla ribalta delle cronache nel 2014 per aver seviziato e ucciso gattini.

Il pm aveva chiesto l’assoluzione

Accusa e difesa avevano chiesto congiuntamente l’assoluzione. Il pm aveva infatti tenuto conto dell’esito di una consulenza psichiatrica chiesta dal difensore dell’uomo e secondo la quale il quarantenne soffrirebbe di un disturbo antisociale di personalità che andrebbe a scemare gravemente la sua capacità di volere e a incidere in parte anche su quella di intendere.

Per la difesa insussistente lo stalking

Il difensore invece ha prima puntato sull’insussistenza del reato di stalking e poi sull’esito della consulenza. La vittima di stalking sarebbe infatti una delle persone contattate dal quarantenne nella sua ricerca di gattini: l’uomo cercava annunci in cui si regalavano gattini e poi li sottoponeva a torture fino a ucciderli.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto