Le tredicenni non mandino le loro foto nude su Whatsapp o su Ask.fm

Proprio ieri mi è capitato agli occhi questo articolo che potete leggere cliccando qui  riguardo al quale volevo brevemente darvi la mia opinione poiché non è la prima volta che vengo a sapere di un fatto simile.
“Aveva condiviso con amici su whatsapp le foto di una sua amica tredicenne nuda, ma gli scatti sono poi finiti su Ask.fm, social network in voga tra i giovani, e un parente della ragazzina l’ha riconosciuta.
Un ragazzo di 15 anni è così finito a giudizio per pornografia minorile e diffamazione, ma è stato assolto: il suo legale ha sostenuto che la ragazza si era fotografata consapevolmente e che la chat di whatsapp è un contesto privato. E il giudice gli ha dato ragione. È accaduto, riferisce il Carlino, “nel comprensorio ceramico emiliano.”

Partiamo da Ask.fm. Per chi non lo sapesse è un social network, abbastanza in voga fino all’anno scorso tra gli adolescenti, in cui gli utenti iscritti possono fare domande agli altri utenti, anche i forma anonima.

Gli utenti che ricevono domande possono decidere se rispondere rendendo pubblica la domanda e la risposta o se non rispondere proprio non rendendo pubblica nemmeno la domanda.

Io, come molti altri, avevo questo social perché comunque all’inizio mi piaceva l’idea di poter fare domande in anonimo ad altre persone, magari domande che non avrei avuto il coraggio di fare dal vivo alle persone che non conoscevo (cose del tipo “che rossetto avevi nell’ultima foto che hai postato su instagram?”).

Ho smesso di utilizzarlo ormai da un anno perché la cosa era degenerata e, a mio parere, era diventato spesso e volentieri un mezzo per insultare le persone e criticarle dietro a un anonimo, cosa che trovo assolutamente disgustosa.

Ora come ora, sinceramente, non so come sia la situazione non utilizzandolo più, ma spero con tutta me stessa sia cambiata.

Chiusa questa grande parentesi riguardo al social network, torniamo alla ragazza di tredici anni. Come detto non è la prima volta che vengo a sapere di un fatto simile, io stessa ho avuto a che fare un paio di volte con foto di ragazze nude, nel senso che mi sono arrivate o comunque giravano e me le hanno fatte vedere e non solo foto, sono venuta a sapere anche di video…

Non so se sia per l’educazione che ho ricevuto, ma non mi è mai saltato in mente di farmi una foto nuda e mandarla a qualcuno, tra le due, se proprio vuoi, fatti vedere da questa persona, ma soprattutto non farti una foto dove ti si veda la faccia, dove insomma ti si possa riconoscere (sia chiaro io parlo in generale). Perché comunque è vero che umanamente e moralmente le persone che hanno fatto girare la foto hanno sbagliato e non è stato affatto un gesto corretto però la foto l’ha inviata la ragazza e se la è fatta consapevolmente la ragazza, quindi a mio parere è stata lei prima di tutti gli altri a sbagliare.

 

Perché penso, anzi sono sicura del fatto che nel momento in cui ha mandato la foto pensasse di fidarsi del destinatario, ma il fatto è che non sai mai cosa potrebbe accadere, potreste litigare, oppure continuare ad andare d’accordo, ma potreste anche appunto litigare e non si tratta di foto in cui sei venuta male perché fai una strana smorfia, si tratta di foto intime, si tratta della propria reputazione.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto