Fabio Aru a 25 anni si prende la Vuelta, oggi passerella a Madrid

Non c’è Vincenzo Nibali, che una Vuelta l’ha già vinta, ma quest’anno è stato costretto al ritiro dopo poche tappe. C’è però il giovane campione sardo Fabio Aru, 25 anni, che recupera ben più dei 6 secondi che gli avevano tolto la maglia rossa, simbolo del primato alla Vuelta. e che oggi a Madrid dovrebbe conquistare la prima grande corsa a tappe della sua giovane carriera, confermandosi grande promessa del ciclismo italiano.
aaaarudue
La penultima tappa da San Lorenzo de El Escorial a Cercedilla, lunga 175,8 chilometri, l’ha vinta lo spagnolo Plaza, con una fuga solitaria di 114 km. Ma dal gruppo, con un’azione studiata alla perfezione, è uscito Fabio Aru con un pugno di uomini dell’Astana, che stacca il detentore della maglia, l’olandese Dumoulin, che accumula un distacco via via crescente col passare dei chilometri.
Villacidro, il comune sardo di Aru, è in festa. Alla prima vittoria in un grande giro di Fabio si interpone solo la tappa di domani. Ma l’arrivo a Madrid potrebbe essere solo una passerella.
aaaaclassifica
Aru, all’arrivo sul traguardo di oggi, festeggia, come mostra la foto. Un rammaricatissimo Dumoulin perde, invece, anche il podio. Finisce sesto a 3 mimuti e 46. Stamattina capeggiava la classifica per 6 secondi su Aru, che ora ringrazia tutta la sua squadra. Aru, comunque, in questa Vuelta è stato più volta in testa lla classifica, indossando la maglia rossa da primo in classifica.
Domani il gran finale a Madrid, con il sardo che dovrebbe festeggiare il trionfo davanti allo spagnolo Joaquin Rodriguez, oggi bravo a resistere all’assalto di Majka, terzo nella clsssifica finale.
Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto