Celebrati al Cairo i funerali di Omar Sharif

Si sono svolti al Cairo i funerali di Omar Sharif, il grande attore egiziano morto all’età di 83 anni. “Negli ultimi giorni Omar Sharif aveva perso l’appetito”: ha dichiarato all’agenzia Mena il presidente del sindacato degli attori egiziani Ashraf Zaki, estremamente dispiaciuto per la morte dell’attore.

aaasharif

L’attore è rimpianto da tantissimi attori e protagonisti ddel mondo del cinema e dello spettacolo. Tra loro c’è anche Claudia Cardinale: “Sono molto triste per la sua scomparsa. Con lui abbiamo iniziato la nostra carriera in ‘Goha le simple’ di Jacques Baratier girato a Tunisi nel 1956. La perdita del mio primo compagno di lavoro mi tocca tanto quanto l’emozione che provai la prima volta che lavorammo insieme”.

 

Aveva 83 anni e da qualche tmepo soffriva di Alzheimer

Aveva 83 anni l’attore Omar Sharif, passato alla storia del cinema per i ruoli interpretati in capolavori come “Lawrence d’Arabia” (per il quale ha vinto l’Oscar nel 1963 come miglior attore non protagonista) e “Dottor Zivago”. Si è spento per un attacco di cuore, ma era ammalato da molto tempo del morbo di Alzheimer. L’annuncio, dato alla Bbc dal suo agente, Steve Kenis, aggiunge che “ha avuto un attacco di cuore” mentre si trovata in un ospedale del Cairo.

Dal dottor Zivago al tavolo di bridge

Sharif ha vissuto almeno tre vite (da star del cinema, da giocatore di bridge praticamente professionista, da seduttore e artista della vita), ma la sua faccia sembrava ormai scolpita nel tempo, fissata in quell’eterno e ironico sorriso che lo ha reso celebre, in una carriera costellata da oltre cento film sotto il segno dell’irregolarità, tra passioni, debiti, curiosità e voglia di una vita che ha sempre divorato con lucida voracità.

 

aaaaomardue

Aveva fatto della diversità culturale un’arte

Nato ad Alessandria d’Egitto nel 1932 e convertitosi all’Islam prima di sposare nel 1955 la star Faten Hamama, aveva cambiato nome facendosi chiamare Omar El-Sharif. Prima era stato il compagno di Barbra Streisand, per quanto la relazione fosse durata poco, e con l’artista nord africana era rimasto sposato fino al 1974. Nel frattempo la sua popolarità, già mondiale, era divenuta nel mondo arabo vastissima. Nel novembre 2005, dopo essere stato candidato a diversi Golden Globe, l’Unesco gli aveva assegnato una medaglia all’onore per il suo contributo al cinema e alla diversità culturale.

 

aaaaomartre

LA SUA SCHEDA ARTISTICA DIFFUSA DALL’AGENZIA ANSA

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto