Turismo dentale: lo sportello Adiconsum/odontotecnici per “salvare” i pazienti

Non è ormai più una novità il turismo dentale, il fenomeno per cui molti cittadini italiani, spinti dall’alto costo delle cure dentali, corrono a sottoporsi a interventi complessi all’estero, il più delle volte nei paesi dell’Est Europa.
Una pratica a volte rischiosa, in quanto non sempre è facile conoscere le competenze reali dei professionisti a cui si affida.

 

Lo “sportello del cittadino”
Per scoraggiare il fenomeno Adiconsum ha siglato un protocollo d’intesa con C.I.Od. – Collegio italiano odontotecnici – con l’obiettivo di istituire uno “Sportello del cittadino” attraverso il quale dare una serie di informazioni al consumatore su:
– importanza di rivolgersi ad un professionista qualificato
– vantaggi/svantaggi dell’uso di certi materiali/tecniche piuttosto che altre nella fabbricazione di dispositivi medici protesici e ortodontici
– normative in vigore e certificazioni obbligatorie inerenti le protesi
– segnalare alle autorità di vigilanza e controllo le forniture prive della marcatura CE e le relative imprese produttrici o rivenditrici
-raccogliere segnalazioni di disservizi, gestire i reclami e, nel caso, attivare la conciliazione paritetica.

Il progetto prevede anche una “White List”, un elenco di aziende certificate/autocertificate alla cui creazione contribuiscono i consumatori con le loro opinioni, “rating dal basso”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto