Apple Watch: già pronti i cloni made in China

La casa di Cupertino non ha fatto in tempo a lanciare il suo Apple Watch che, senza nemmeno attendere che fosse disponibile per l’acquisto a partire da 399 euro (la data in molte nazioni è quella del 22 aprile), già è arrivata la copia tarocca, ovviamente made in China. Anzi, le copie, dato che i modelli sono al momento 8 e il prezzo è di certo più concorrenziale, dato che quello più contenuto è di 35 dollari.

Rimane qualche problema: batteria e funzioni poco estese

Certo, occorre accontentarsi perché le app al momento disponibili sono molte meno rispetto all’originale e sembra che ci siano dettagli ancora da mettere a punto, come la durata della batteria, 7 giorni e mezzo nominali ma che scendono a modeste 3 ore se utilizzato. Inoltre anche il numero di lingue disponibili per personalizzare il dispostivo è attualmente ridotto, dato che non superano le 8. Le promesse dei produttori, però, sono specifiche: a breve miglioreranno sia a livello di funzionalità che di compatibilità con sistemi operativi diversi da Android, il più gettonato.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto