Pillola dei 5 giorni dopo: presto in farmacia senza ricetta

La pillola dei 5 giorni dopo sarà liberalizzata. Potrà essere venduta in farmacia, in tutti i paesi dell’Unione europea, senza ricetta medica, come un qualunque antipiretico. Non solo: potrà essere venduto anche alle minorenni, esattamente come già accade per la pillola del giorno dopo.
Lo ha stabilito la Commissione Europea, che ha autorizzato l’accesso diretto nelle farmacie senza necessità di prescrizione per il contraccettivo d’emergenza ellaOne (Ulipristal acetato, 30mg) dell’azienda francese Hra Pharma.

 

120 milioni di donne

Si allarga quindi a dismisura il “mercato” per il contraccettivo d’emergenza, che sarà subito disponibile per 120 milioni di donne, 11 in Italia.
Il farmaco può essere assunto entro cinque giorni dal rapporto a rischio, e in 8 casi su dieci è in grado di prevenire la gravidanza, ritardando o impedendo l’ovulazione.

 

Le motivazioni del sì

L’efficacia del contraccettivo è tanto più alta (si avvicina al 100%), quanto prima viene assunto dopo il rapporto a rischio. È questo che ha spinto la Commissione per i prodotti medicinali umani (Chmp) dell’Agenzia europea dei medicinali a dare parere positivo alla libera vendita del medicinale: l’obbligo di ricetta non fa che aumentare inutilmente i tempi di attesa (in Italia è addirittura previsto che chi lo richiede presenti un certificato in cui si attesta che la donna non è incinta), e diminuire l’efficacia del principio attivo.

 

Il sì dell’Aifa

In Italia Ellaone è arrivata nel 2012 (nel 2014 sono state 20.000 le confezioni vendute), e costa sui 35 euro. Perché possa essere venduta senza prescrizione, e passi formalmente nella categoria dei medicinali da banco, serve l’ok dell’Agenzia del farmaco. Ma medici e farmacisti cattolici sono già sul piede di guerra.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto