10 piccole regole per non eccedere con i costi del riscaldamento

Tempi difficili per i costi del riscaldamento, mentre l’inverno incombe. Ma ci sono 10 regole che possono aiutarci a stare caldi senza sprecare.
1)    Mettiamola alla rovescia: la volete riscaldare? Cominciate a non raffreddarla.  Per cambiare l’aria, aprite le finestre, ma solo per 5 minuti. Serrande giù dopo il tramonto. Termosifoni non ostruiti da mobili, scaffali e divani.
2)    Copritevi di più
3)    Un termoventilatore nella stanza, in 5 minuti può cambiarvi la vita.
4)    Stufe elettriche a induzione: sono più lente a carburare rispetto ai termoventilatori,  ma il calore persiste più a lungo. Se poi invece, avete la fortuna di avere un camino, avete già risolto.
5)    Borsa dell’acqua calda. Oggi ci sono dei modelli che si scaldano elettricamente per 15 minuti e si mantengono per 5 ore. Sensazione di caldo garantita.
6)    Il forno in cucina fa alzare la temperatura nella stanza. Cosi come i fornelli accesi o l’acqua che bolle e borbotta nella pentola. Basta tenere la porta della cucina chiusa, per non disperdere il calore.
7)    In alcuni momenti la convivenza pesa: coniuge, figli, nonni, animali domestici. Ma più persone ci sono in un appartamento, più calore si crea. Senza contare che aver vicino un proprio caro o il proprio quattrozampe, provoca subito un teporino… soprattutto al cuore.
8)    Accendere la musica e ballare.
9)    I termosifoni condominiali sono quasi spenti e avete freddo? Un bagno bollente è quello che ci vuole.
10)     Alla più brutta, si può sempre andare a dormire.

 

(Daniela Camboni)

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto