Troppe corse cancellate, l’Antitrust multa l’Atac di Roma di 3,6 milioni

Chissà se ora l’Atac, l’azienda dei trasporti romana, diventerà più snesibile verso i passeggeri. Quel che è certo che dovrà fare i conti con una multa da 3,6 milioni, decisa dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che ha concluso l’istruttoria avviata d’ufficio nei confronti della società di trasporto della capitale a novembre, “accertando una pratica commerciale scorretta nell’offerta del servizio pubblico di trasporto ferroviario nell’area metropolitana di Roma consistente nella falsa prospettazione, attraverso l’orario ufficiale diffuso presso le stazioni e nel sito internet, di un’offerta di servizi di trasporto frequente e cospicua, a fronte della sistematica e persistente soppressione di molte corse programmate, nonché nella omessa informazione preventiva ai consumatori in merito alle soppressioni previste”.

Sistematica non effettuazione delle corse programmate
Nel corso del procedimento – spiega l’Authority – sono emerse la “persistenza e la significatività del fenomeno relativo alla mancata effettuazione di molte corse programmate, dal 2010 ad oggi, che nella maggior parte del periodo ha raggiunto un’incidenza ben superiore a quella considerata fisiologica”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto