Oppido Mamertina: “Su Google Maps il luogo in cui riappare la Madonna”

Per non sbagliare luogo dell’apparizione, vengono date anche le coordinate via Google Maps perché questa questa non è solo la storia di una veggente, quella della donna di Quarantano, frazione di Oppido Mamertina (Reggio Calabria), che cade in estasi ogni 13 del mese tra le 15 e le 16 e che sta radunando intorno a sé una folla crescente di fedeli. È anche – e forse soprattutto – una storia di apparizioni mistiche ai tempi del web 2.0 e dei social network.

location_apparizione

“La chiesa mi ha chiesto di non trattenermi con nessuno”, ha detto lo scorso 13 febbraio Teresa Scopelliti, 38 anni, per evitare le domande della folla radunatasi nel comune già divenuto noto per gli inchini durante le processioni di fronte alla casa del boss Giuseppe Mazzagatti. Ma “voi scrivetemi nella pagina Facebook e vi risponderò”. Con buona pace di vescovi calabresi e prelati romani.

Mille “mi piace” sulla pagina social

Ecco così che nasce la pagina Gli orizzonti della vita, comunità che ha raccolto al momento poco più di mille “mi piace” e a cui la veggente calabrese affida i messaggi della Vergine o di Gesù dopo averli letti ad alta voce a fine apparizione. In verità, non sempre viene rispettata la data del 13 di ogni mese, dato che lo scorso 29 dicembre a Teresa Scopelliti era stato chiesto di pregare “soprattutto per il papa, poiché dopo di lui non ci sarà più persona a sostituirlo”. Due settimane più tardi, invece, è stato dato l’annuncio della “venuta del mio dilettissimo figlio”, “tornato in una notte in cui la neve e il gelo hanno toccato terre mai sfiorate” (facendo partire la caccia alle notizie meteo a ritroso).

Apparizioni iniziate nel 1992

La storia delle apparizioni nella Piana di Gioia Tauro non sembra recente, secondo alcune interviste pubblicate dalla stampa cartacea e online locale. La donna dice di aver visto per la prima volta Gesù Cristo a 12 anni e il giorno dopo le era apparsa la Madonna. Con il tempo ci sono stati anche gli angeli e soprattutto Maria, da quello che Teresa Scopelliti scrive su Facebook, le avrebbe dato consigli vari, compresi quelli sentimentali. È lei stessa a rievocare sulla sua pagina l’amore dell’estate del 1996, ma le venne detto che “il tuo cuore non deve provare sentimenti per chi non è stato designato dal cielo. T’innamorerai… ti sposerai e diventerai mamma… ma solo con l’uomo che ha rubato al cielo il colore per i propri occhi”. Il nome del predestinato? “Le chiesi chi era a questa persona ma lei mi sorrise e se ne andò”.

Aumentano i fedeli: si organizzano i bus

Ora che si ricorre ai social per “divulgare il verbo” e che gli organi d’informazione si sono accorti di lei, la storia delle sue apparizioni sta iniziando a circolare. Prima era affidata solo al passaparola fisico, niente di virtuale, ma l’aggiunta della pagina “Gli orizzonti della vita” ha contribuito ad attirare nuove persone, al punto che in vista dell’estasi di domani, 13 marzo, si era pensato di “organizzare il viaggio in pullman, per evitare problemi di viabilità. Chi volesse venire con noi l’appuntamento è a Villa San Giovanni, piazza Municipio, alle ore 13.30. Costo del biglietto euro 6,00. Si prega di prenotare in anticipo”.

Il papa: “La Madonna non lavora alle poste”

Intanto iniziano ad arrivare anche coloro che ritengono di avere bisogno di aiuto e che chiedono “quanto si paga per un consulto”. La chiesa, invece, dal canto suo, non si smentisce e prende le distanze, sia per quanto riguarda le autorità religiose della diocesi di Oppido Mamertina-Palmi che quelle di Reggio Calabria. A Roma, poi, non sembra che tiri aria di minor prudenza. Lo conferma la frase di papa Francesco pronunciata dopo l’apparizione del 13 agosto scorso. “Ma, guarda, la Madonna è madre”, ha detto il pontefice, “non è un capo ufficio della posta per inviare messaggi tutti i giorni”. Qualche mese dopo è giunto il messaggio secondo il quale dopo di lui nessuno più.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto