Luca e Paolo e gli Spandau Ballet nella serata delle cover

Riflettori stasera al Festival su Luca e Paolo. Messo il silenziatore da Carlo Conti alle polemiche politiche si attende la coppia che nel 2011 fece rumore con… “Ti sputtanerò”: all’epoca nel mirino Berlusconi e Fini e il caso Ruby. Altri tempi senza Renzi a Palazzo Chigi, Mattarella al Quirinale e l’ipotesi di nuove alleanze tra l’ex Cavaliere e Salvini. E chissà che la satira di Luca e Paolo non riparta proprio da qui.

 

Arrivano gli Spandau

Sul palco dell’Ariston per la terza serata anche miti di ieri e di oggi: gli Spandau Ballet, che saranno in Italia a marzo per cinque date dell’annunciato ritorno dal vivo con un tour internazionale; i Saint Motel che presenteranno il loro nuovo singolo ‘Cold Cold Man’, estratto dall’EP ‘My Type’ e già tra i brani più suonati dalle radio.

 

Arriva il patron della Sampdoria

Sul fronte sport, atteso anche il patron della Sampdoria Massimo Ferrero. Ma la terza serata del festival sarà soprattutto quella dedicata alle cover: ogni Campione in gara presenterà una canzone del passato che sarà poi votata dal pubblico (con televoto) e dai giornalisti della Sala Stampa.

C’è una certa attesa per queste cover e soprattutto per le interpretazioni che ne daranno i big. E anche per il collegamento dallo spazio con Samantha, la prima astronauta italiana.

 

Stasera i big con le cover

 

La terza sarà la serata delle “cover”. Questi i brani scelti e gli abbinamenti.

 

Annalisa canterà Ti sento, brano dei Matia Bazar del 1985.

Bianca Atzei proporrà la sua versione di Ciao amore ciao, canzoni di Luigi Tenco del 1967.

Malika Ayane canterà Vivere, classico di Vasco Rossi pubblicato nel 1993.

Biggio e Mandelli eseguiranno E la vita, la vita, canzone del 1974 di Cochi e Renato che si presenteranno anch’essi sul palco.

Alex Britti proporrà la cover di Io mi fermo qui, canzone dei Dik Dik pubblicata nel 1970.

Chiara canterà Il volto della vita, brano di Caterina Caselli pubblicato nel 1968.

I Dear Jack eseguiranno la loro versione di Io che amo solo te, successo di Sergio Endrigo del 1962.

Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi duetteranno in Alghero, canzone di Giuni Russo del 1986.

Lara Fabian canterà Sto male, brano di Ornella Vanoni pubblicato nel 1973.

Lorenzo Fragola proporrà la sua versione di Una città per cantare, canzone di Ron del 1980.

Irene Grandi canterà una nuova versione di Se perdo te, canzone di Patty Pravo pubblicata nel 1967.

Gianluca Grignani canterà Vedrai vedrai di Luigi Tenco, canzone pubblicata nel 1967.

Il volo eseguirà Ancora, singolo di Eduardo De Crescenzo del 1981.

Marco Masini canterà Sarà per te, brano che l’attore e regista Francesco Nuti presentò a Sanremo nel 1988.

Moreno proporrà una versione rap di Una carezza in un pugno, hit di Adriano Celentano pubblicata nel 1968.

Nek canterà Se telefonando, brano di Mina pubblicato nel 1966.

Nesli si presenterà con la cover di Mare Mare, successo di Luca Carboni pubblicato nel 1992.

Raf canterà Rose rosse, brano di Massimo Ranieri inciso nel 1968.

Anna Tatangelo si esibirà con Dio come ti amo, brano del 1966 presentato al Festival da Domenico Modugno e Gigliola Cinquetti.

Nina Zilli canterà Se bruciasse la città, canzone di Massimo Ranieri pubblicata nel 1969.

 

Gli ospiti e il collegamento con la stazione spaziale

Gli ospiti della terza serata di Sanremo sono i comici Luca & Paolo, I Saint Motel, la band californiana salirà sul palco del Teatro Ariston per presentare al pubblico italiano il loro nuovo singolo Cold Cold Man, estratto dall’EP “My Type.

Sul palco dell’Ariston anche miti di ieri e di oggi: gli Spandau Ballet, la band simbolo degli anni 80, 25 milioni di dischi venduti nel mondo e 23 singoli in hit parade. Si tratta di un ritorno per il gruppo, sullo steso palco nel 1986 quando presentarono in anteprima il pezzo Fight for Ourselves e Stripped.

aaasamantha

Infine Carlo Conti si collegherà con la Stazione spaziale internazionale e con l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti (nella foto) diventata una vera e propria star televisiva – oltre ad essere la prima astronauta italiana –  durante i suoi collegamenti dallo spazio con le diverse trasmisisoni tv.

 

 

Grandi ascolti anche ieri

Carlo Conti fa il bis. E per la seconda puntata di Sanremo 2015, andata in onda mercoledì 11 febbraio, incassa 11.091.00 di telespettatori, toccando uno share del 41,7%. I dati auditel della prima puntata segnavano 11.767.000 e il 49,3%, il miglior risultato dal 2012. L’anno scorso, Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, avevano invece raggiunto per la seconda serata appena 7,7 milioni di telespettatori, per uno share del 33,95%. L’anno prima, nel 2013, lo stesso Fazio aveva invece toccato il 42,90%. Quello di Conti è comunque un risultato pabbastanza soddisfacente, anche osservando la media degli ultimi dieci anni.

 

I big a rischio eliminazione

Bianca Atzei, Biggio e Mandelli, Moreno e Anna Tatangelo sono i quattro big a rischio eliminazione, dopo la seconda serata del Festival di Sanremo in base alla prima votazione.

Salvi per il momento Lorenzo Fragola, Irene Grandi, Il Volo, Marco Masini, Raf e Nina Zilli. Non è stato reso noto da Carlo Conti l’ordine delle posizioni in graduatoria.

Ora si attendono gli ascolti per vedere se sono in linea con quelli record della prima serata o se sono calati, come è fisiologico al Festival.

Qui potete vedere tutti i video della seconda serata.

 

aaacharlize

La “visione” di Charlize Theron

La presenza di Charlize Theron è stata una vera e propria “visione” per Carlo Conti. L’attrice ha seguito i momenti di una sua lista musicale per farsi apprezzare in tutta la sua bellezza.

Piuttosto scontato – invece – il minuetto di baci finale con il conduttore.

 

aaaaconcitaretro

Il momento di Conchita Wurst

Ha colpito molto anche l’ospite Conchita Wurst (nella foto con Carlo Conti).

“Non importa da dove vieni o come ti mostri, conta chi sei e io sono questo”: ha detto la drag queen austriaca che ha vinto l’Eurovision Song Contest 2014, e che ha portato all’Ariston il suo messaggio di apertura alla diversità cantando “Heroes”.

In abito super scollato, corpetto chiaro e gonna lunga blu, barba e capelli più corti rispetto alla vittoria all’Eurovision, mostra poi, su invito di Conti, la figura femminile che porta tatuata sulle spalle: “È mia madre, si chiama Helga”.

Entra poi in scena Emma, che regala a Conchita un mazzo di fiori: “All’Eurovision c’ero anch’io: sono arrivata al 21° posto – ironizza la cantante – è stato bellissimo”.

 

aaaarisa

Le trasparenze di Arisa

“Il momento più emozionante della prima puntata, a parte la discesa della scala, è stato il ritorno di Al Bano e Romina. Mi domandavo se lui fosse ancora innamorato di lei e mi sembrava di sì”: ancora in versione sexy, in abito lungo nero e trasparenze che lasciano poco all’immaginazione, Arisa ha aperto così la sua seconda serata da valletta del Festival di Sanremo, prima di presentare Marco Masini, secondo Campione in gara dopo Nina Zilli.

 

aaaaarosio

Il “paso doble” di Rosio

Tutta vestita d’oro, con tanto di strascico, anche Rocio Munoz Morales racconta questa sera l’emozione della prima serata all’Ariston: “Quando ho visto Al Bano e Romina, che ascoltavo sempre da bambina in Spagna, ho pensato a una favola, in cui il principe arriva con il cavallo bianco. E come si dice dalle mie parti: vissero felici e mangiarono pernici”.

Poi l’omaggio a Mango, con un passo a due con Fabrizio Mainini sulle note di ‘Lei verrà’, con tanto di lacrime finali (nella foto i due mentre ballano).

 

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto