“Cara Anna, sono bruttissimo ma mia moglie vuole un figlio…”

Cara Anna,
il mio problema comincia dal fatto che sono un uomo brutto. Non cercare di consolarmi dicendo che mi sottovaluto. Guarda, ti allego anche la fotografia perché tu ti renda conto meglio, ma ti prego di non pubblicarla.
Escludi anche l’ipotesi che io sia poco fotogenico perché nella foto che ti invio sono venuto bene. Non ci sono plastiche che mi possa fare, perché non si saprebbe da che parte cominciare e, se possibile, si rischierebbe anche di fare peggio. Ovviamente non sono ricco, non ho un lavoro di prestigio e credo sinceramente che la mia intelligenza sia mediocre.
Per anni ho avuto solo rapporti con prostitute e poi un giorno, una povera tapina che sicuramente poteva capitare meglio, tanto ha detto e tanto ha fatto che mi ha sposato. Ancora non me lo spiego, ma dice che mi ama, che vede tutti i miei difetti, ma vede anche la mia anima in trasparenza. Solo che nemmeno mi spiego che cosa ci veda nell’anima.
Vengo al problema: mia moglie vuole un figlio e anche io desidererei molto diventare padre, ma sono terrorizzato dall’idea che il figlio mi somigli. Se fosse una figlia sarebbe poi una vera disgrazia e mi rinfaccerebbe per tutta la vita di averla messa al mondo. Mia moglie non vuol sentir parlare di adozione e stavo pensando di proporle l’inseminazione artificiale, ma non so come la prenderebbe
Un caro saluto
Alessandro

 

aaaAnnaPavignano

Alessandro, evviva, ho trovato una cosa bella in te: il nome! A parte gli scherzi, come dobbiamo fare? Sto parlando di me e tua moglie, come dobbiamo fare con te? Ti dobbiamo prendere a schiaffi tutte le volte che dici stupidaggini oppure ti bastano un po’ di insulti? Mi mandi la foto e non posso non commentarla: sicuramente George Clooney è più bello di te, ma non so se saprebbe scrivere una lettera simpatica come la tua.

Non so nemmeno se ti rendi conto della tua sottile autoironia. Sicuramente è la tua anima che parla, quella che tua moglie vede dentro al tuo naso a patata, ai tuoi scialbi occhi all’ingiù, alle tue labbra a becco. Poi sicuramente la vede dentro il tuo cranio: lì si vede chiaramente, attraverso quella capigliatura spelacchiata! Care lettrici e lettori, ovviamente la descrizione che faccio è inventata; Alessandro, visto nella foto, è un uomo come ce ne sono tanti; però è una persona che non si ama, dentro e fuori e una letterina di ‘Posta del cuore’ non può affrontare questo problema.

Caro Alessandro, la moglie sensibile e innamorata che hai accanto può far molto per te, anzi, sicuramente sta già facendo molto. Una donna che vede l’anima e trascura l’estetica è una perla preziosa e sarà, oltre che una brava moglie, una bravissima mamma. Il vostro  bambino desiderato e amato, sarà un concentrato di varietà di geni di nonni bisnonni trisnonni,  tuoi e di tua moglie, e magari somiglierà più a… Garibaldi che a te, se è davvero solo questo che ti angustia. Anche se ha un senso preoccuparsi di cosa possono ereditare i figli che mettiamo al mondo, mi sembra che la tua ansia abbia a che fare con il bisogno di controllare e prevedere tutto, troppo, oltre che con la tua insicurezza.

E comunque, pensa che so, a Klaus Kinski, che proprio brutto non era, ma certo ci andava vicino, se gli hanno fatto fare Nosferatu (nella foto). Hai visto che angelo di bellezza è la figlia Nastassja?

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto