22 grammi di mirtilli al giorno salvano il cuore

“Una coppetta di mirtilli al giorno leva il medico di torno”. Potrebbe essere questo un nuovo slogan, lanciato dallo studio condotto da un gruppo di ricercatori della Florida State University.
La ricerca ha portato ha strabilianti risultati: mangiare una piccola porzione di mirtilli al giorno, abbassa la pressione del sangue e protegge l’elasticità dei vasi sanguigni, incidendo così su due fattori determinanti nella prevenzione dei disturbi cardiaci.

22 grammi di estratto al giorno
Il test dei ricercatori americani è durato 8 settimane: ogni giorno somministravano ai pazienti 22 grammi di estratto di mirtillo (liofilizzato in polvere).

Alla fine del periodo si è potuto riscontrare che la pressione si era ridotta e le pareti delle arterie erano decisamente più elastiche. Inoltre ad ognuno era aumentata la concentrazione di ossido di azoto del 68%, un vasodilatatore basilare per la salute cardiovascolare.
La dottoressa Sarah Johnson, a capo dell’equipe medica, ha sottolineato l’importanza dell’aumento dell’acido nitrico e della ridotta rigidità arteriosa ponendo l’accento sull’eccezionale scoperta visto che “gli studi precedenti sul mirtillo e sulla riduzione del rischio cardiovascolare avevano preso in considerazione dosi enormi di mirtillo (250 grammi al giorno) che difficilmente avrebbero potuto aver riscontro nella realtà”.

Migliorano la vista
I favori dei nutrizionisti nei confronti dei mirtilli non sono “soltanto” per la prevenzione cardiovascolare. Si è potuto riscontrare che questo prezioso frutto di bosco migliora la vista e combatte la cellulite.
Oltre all’elevato contenuto di antiossidanti, infatti, il mirtillo è ricco di antiocianine (pigmenti idrosolubili appartenenti ai flavonoidi), che hanno la capacità di agire sui capillari della retina favorendo l’irrorazione delle cellule sensibili alla luce permettendo un più facile adattamento alle situazioni di scarsa luminosità. E’ consigliato l’uso del frutto quindi nei casi di miopia, retinopatia diabetica e degenerazione della retina derivata ipertensione o aterosclerosi.

E sulla cellulite…
Da sempre si consiglia per la lotta alla cellulite la consumazione di alimenti ricchi di fibra, di sali minerali, di vitamine E, C e Potassio. Il mirtillo contiene una grande quantità di sostanze vasotrofiche dette rutosidi, protettrici delle parete dei vasi oltre che di vitamina A, C, mirtillina, acido citrico e manganese.

Questo mix di sostanze è molto indicato per rinforzare la parete capillare, migliorando di conseguenza la circolazione. Insomma, meglio di così…

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto