Ferrara: morta una delle 2 donne massacrate in casa per 300 euro

È morta nella notte Cloe Govoni, la donna di 84 anni massacrata in casa da due ladri romeni di 22 e 26 anni (nella foto sopra) la mattina del 6 novembre a Renazzo di Cento, nel Ferrarese. Non sono stati sufficienti 2 interventi chirurgici all’ospedale Sant’Anna di Cona per ridurre una gravissima emorragia cerebrale. Ancora gravi le condizioni dell’altra donna, Maria Humeniuc, 53 anni, nuova della vittima e connazionale dei malviventi.

Le notizie del 7 novembre 2015: massacrate in casa per 300 euro: due fermi a Ferrara

Due ragazzi che erano sospettati di essere gli autori dell’aggressione che ha ridotto in fin di vita anziana e nuora a Renazzo di Cento, nel ferrarese, sono stati fermati dai carabinieri. Hanno 22 e 26 anni, e sono di nazionalità romena.

Il più anziano sull’auto fuggita e già identificata

Il più anziano aveva in uso l’auto vista scappare dalla casa. Entrambi hanno a carico un fermo per rapina e tentato omicidio. La stessa auto, una Audi A6, era stata già fermata dai carabinieri per controlli e gli occupanti identificati. Da qui sono partite indagini.

aaaaferrara

Le due donne lottano ancora per la vita

Non sono morte, ma stanno lottando ancora per la vita negli ospedali di Bologna e Ferrara, dove sono ricoverate in gravi condizioni dopo essere state massacrate a casa loro a Renazzo di Cento, nel Ferrarese.

Le due donne sono un’anziana di 84 anni, Cloe Govoni e la nuora, Maria Humeniuc, di 53 anni, romena.

Avrebbero sorpreso nell’appartamento i ladri e sono state per questo picchiate a sangue e bastonate in testa, per appena 300 euro, il bottino poi portato via. I rapinatori sono fuggiti in auto.

E sulla base della vettura vista allontanarsi, le indagini dei carabinieri sono andate avanti, grazie all’incrocio di dati investigativi raccolti anche nei giorni scorsi.

L’allarme è stato dato ieri verso le 9.30 da abitanti del palazzo che hanno chiamato i militari, dopo aver visto, appunto, la macchina dei banditi fuggire, la stessa su cui nei giorni scorsi c’erano stati, a quanto si apprende, dei controlli.

La donna più anziana è stata portata all’ospedale ferrarese di Cona, ha subito un grave trauma cranico, e la nuora, intubata, è stata trasferita con l’elisoccorso all’ospedale Maggiore di Bologna: per entrambe la prognosi è riservata.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto