I cinque errori da non fare sotto la doccia

aaa-docciaRadere subito le gambe

Di solito è la prima cosa che fai quando entri sotto la doccia: passare il rasoio su stinchi e polpacci, o laddove serve. Sbagliato: dovresti attendere almeno 10 minuti, il tempo che l’acqua e il vapore dilatino i pori e rendano la depilazione meno traumatica possibile.
Attenzione anche alla temperatura dell’acqua, che deve mantenersi tiepida e mai troppo calda. Le temperature troppo elevate esacerbano condizioni patologiche come eczema, pelle secca e pruriti. Prova ogni tanto a spruzzarti un getto di acqua fredda.

Lavare i capelli senza averli prima spazzolati

È buona norma pettinare i capelli prima della doccia, per evitare che si spezzino dopo, quando sono bagnati, e più fragili. Meglio usare un pettine a denti larghi, e se i capelli tendono ad annodarsi, un buon balsamo durante lo shampoo.
Per preservare la chioma è anche bene non lavarli tutti i giorni: con quanta più frequenza vengono a contatto con i tensioattivi dello shampoo,  tanto più i capelli producono grasso. L’ideale è lavarli un giorno sì e un giorno no, o una volta ogni tre giorni. In questo modo, le sostanze grasse contenute nel cuoio capelluto penetrano fino alla punta, rendendo lo scalpo più lucente e sano. Non puoi fare a meno dello shampoo? Usane uno secco, o accompagnalo sempre al balsamo o al ristrutturante (preferibilmente senza siliconi!).

Usare l’esfoliante ogni giorno

Esagerare con la pulizia significa eliminare la barriera cutanea protettiva che rende la pelle più sana. E, paradossalemente, può avere l’effetto di rendere la nostra cute più grassa, e più sporca (perché più permeabile ai batteri). Lo scrub – uno scrub “gentile” – andrebbe fatto non più di una volta alla settimana. Anche quando ti asciughi, fallo gentilmente. Una salvietta troppo ruvida aggredisce la pelle.

Lavare i denti sotto la doccia

Vai sempre di fretta? Evita di essere multitasking anche sotto la doccia: i denti vanno lavati in separata sede, quando puoi prestare loro tutta l’attenzione che meritano, e spazzolarli uno a uno, per almeno due minuti.

Non cambiare mai l’asciugamano

Sfortunatamente, entrambi sono ricettacoli di batteri. L’asciugamano andrebbe usato non più di quattro volte, e poi essere messo in lavatrice. Così la spugna, specie se vegetale. Fai attenzione agli odori: non devono sapere di umido o di muffa. La spugna vegetale andrebbe cambiata una volta al mese.

(Fonte: http://www.healthdigezt.com/)

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto