Emiliano Liuzzi: il Fatto oggi in edicola con un articolo “postumo” del giornalista

Come ogni altro lunedì qualunque. Il Fatto oggi in edicola pubblica l’ultimo articolo di Emiliano Liuzzi, che era già stato destinato al numero di lunedì 11 aprile.

L’articolo si intitola: “Nè come, nè èerché: sulle piattaforme si muore sena diritti”. “Ce lo ha consegnato – siega la direzione – martedì sera prima di andare via dal giornale. Con il sorriso sulle labbra, come sempre, come era lui”.

In quel giornale Emiliano – stromcato nella notte d un infarto – non ha più messo piede.

aaaaliuzziultimo

 

Tanta commozione ai funerali di Livorno

Tanta commozione – ieri pomeriggio – ai funerali di Emiliano Liuzzi a Livorno. Nella chiesa di Santa Lucia di Antignano un lungo susseguirsi di abbracci e di espressioni di cordoglio tra le centinaia di persone che si sono ritrovate per l’estremo saluto.

C’erano la mamma, il fratello e i due figli, assieme a amici e colleghi delle tante redazioni in cui ha lavorato.

“Un giornalista vecchio stile, tipo quello dei film, che si consuma le suole delle scarpe e non ha orari”: hanno detto commossi il direttore del Fatto Marco Travaglio e Peter Gomez (di fronte nella foto in basso), il responsabile de ilfatto.it che l’ha portato al quotidiano.

aaaapeter

Il Fatto.it il 9 aprile ha rallentato le pubblicazioni

Oggi a Livorno i funerali del giornalista del Fatto quotidiano, Emiliano Liuzzi, morto a soli 46 anni. Il Fatto annuncia che “sabato 9 aprile, il sito del Fatto Quotidiano sarà aggiornato con una frequenza minore per consentire alla redazione di partecipare ai funerali dell’amico e collega Emiliano Liuzzi”.

Ieri sè stato a Roma un ricordo da parte dei colleghi romani di Liuzzi, stroncato da un malore lo scorso 6 aprile. Questo primo momento delle esequie si è svolto nella Chiesa degli Artisti, in piazza del Popolo.

aaafunerali

Ma oggi, sabato 9 aprile, Emiliano rotna a casa, a Livorno, la sua città natale. La cerimonia avrà luogo alle 16 nella chiesa di Santa Lucia di Antignano.

 

Emiliano Liuzzi: i funerali dopo l’autopsia, le notizie del 7 aprile 2016

Un attacco di cuore ha stroncato tre giorni fa, nel cuore dlela notte, Emiliano Liuzzi, giornalista del Fatto Quotidiano (qui il blog sul sito del giornale). Aveva 46 anni e si trovava a casa della sua compagna, l’attrice Lucrezia Lante Della Rovere, in via Agri, al Salario Parioli: era nato nel novembre 1969 a Livorno. Dopo un master in giornalismo alla Columbus University, aveva iniziato la carriera nei quotidiani Finegil (prima al Corriere delle Alpi e all’Alto Adige e poi, nel 1997, al Tirreno) e in seguito era stato direttore del Corriere di Livorno, il giornale fondato dal calciatore Cristiano Lucarelli nel 2007.

 

aaaliuzzi2

Dolori al petto da una settimana

 

La cronaca di Livorno de Il Tirreno, uno dei giornali in cui Liuzzi ha lavorato, ha scritto ieri che non si possono fare i funerali (probabilmente proprio a Livorno) prima che sia stata effettuata l’autopsia.

“Da una settimana – spiegano al quotidiano toscano amici e familiari – aveva la pressione alta e un fastidioso mal di testa. Era andato anche dal medico che lo aveva sottoposto ad alcuni esami al cuore senza trovare nulla di anomalo”.

Ma aveva continuato a lavorare, l’ultimo articolo pubblicato è, infatti, di lunedì scorso.

 

 

Disposta l’autopsia

Ma è proprio per chiarire questi aspetti della vicenda che sul corpo giornalista del Fatto quotidiano sarà effettuata l’autopsia. Poi la salma sarà messa a disposizione della famiglia per i funerali e si potrà anche stabilire la data (forse nel fine settimana o all’inizio della prossima).

 

Dal 2009 al Fatto Quotidiano: le notizie precedenti

Nel 2009 aveva iniziato a collaborare con il Fatto e dal 2011 era diventato responsabile della sezione dell’Emilia Romagna de ilfattoquotidiano.it. Poi nel 2013 aveva partecipato alla nascita de Il Fatto del Lunedì passando alla redazione romana. Intorno alle 3.30 della notte è arrivata la chiamata di soccorso al 118, ma all’arrivo dei medici non c’era più nulla da fare. Verso le 6.30 la polizia da effettuato un sopralluogo di rito e alla fine l’intervento della polizia mortuaria che ha portato via il corpo.

 

Aveva fatto controlli medici nei giorni scorsi

Una parentesi di pochi anni per poi approdare al Fatto. Figlio di Livio Liuzzi, ex condirettore del Tirreno, Emiliano si è sentito male nella notte tra martedì e mercoledì 6 aprile. Da giorni aveva qualche malessere e aveva fatto dei controlli medici che avevano dato esito negativo. Nella notte il tragico malore. Lascia due figli.

Il cordoglio della rete e dei colleghi

In rete si è diffusa subito la notizia e il cordoglio è stato affidato soprattutto ai social network. Il giornalista Luca Telese ha scritto su Twitter che “non era un “bravo ragazzo”, non merita coccodrilli: era una uomo pulito, sensibile, capiva e soffriva. Un giornalista”. E ancora: Amava la vita, la sua famiglia, la politica è il suo giornale. È caduto e si è rialzato. Non ha sprecato il suo tempo”.

aaaateleseliuzzi

Un altro collega, Paolo Madron, ha scritto: “Oh madonna, è morto Emiliano Liuzzi. Che dolore”. Il messaggio è Francesca Barra è stato questo: “Il mio cuore è spezzato per la morte di un caro, onesto amico. Ci siamo sentiti domenica. Non ho parole per la perdita di Emiliano Liuzzi”. E ancora Luisella Costamagna: “È morto Emiliano Liuzzi. Grande giornalista, grande persona, grande amico. Mi mancherai”.

aaadursoliuzzi

Barbara D’Urso, che lo aveva avuto come ospite nelle sue trasmissioni, ha pubblicato su Instagram il suo cordoglio: “Ci ha lasciato uno dei miei più cari amici… Sono distrutta dal dolore… A soli 46 anni”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto