Dai “senza glutine” all’uvetta: i cibi “sani” che sani non sono

Sani sì, ma non troppo. Nell’immaginario collettivo ci sono alimenti – gli sport drink, quelli gluten – free, i multicereali – che fanno bene alla salute e sono adatti per chi vuole perdere peso. Purtroppo l’apparenza troppe volte inganna. Sfatiamo i falsi miti attorni ai prodtti più venduti.

Barrette energetiche: per molti ma non per tutti

In farmacia o al supernercato, le barrette energetiche sono il più delle volte esposte accanto ai cibi dietetici.

A dirla tutta, però, non aiutano a perdere peso. Questi prodotti sono stati pensati per gli sportivi o per chi svolge attività fisica. E se assunte da persone che conducono una vita sedentaria possono avere un effetto peggiore di una grassa merenda.

A lungo andare, si è visto infatti che l’assunzione di questi prodotti induce  l’organismo ad immagazzinare grassi e calorie.

In più, ogni barretta energetica arriva a fornire fino a 500 calorie. Quanto un intero pasto.

 

Gluten free: ma zero vitamine

Se siete intolleranti al glutine, o anche se non riuscite più a digerire i cereali,  quella di comperare alimenti “gluten-free” è un’ottima idea. Purché non vi illudiate che questi prodotti vi possano aiutare a perdere peso.

Gli alimenti senza glutine sono spesso molto raffinati, e hanno un bassissimo contenuto di fibre e di antiossidanti. Che invece sono necessari per una dieta completa.

 

I multicereali: grassi e senza fibre

Si stanno imponendo sul mercato e molti li preferiscono ai prodotti integrali, perché più soffici e gustosi. Ma non è detto che siano più sani. Anzi. A differenza dei prodotti da forno a base di farina integrale, che hanno un alto tenore di farina non raffinata, i multicereali contengono per lo più farina “bianca”, hanno un più basso contenuto di fibre, sono ben più raffinati, e sono purtroppo lavorati con olii vegetali. A dimostrarlo c’è anche un test pubblicato di recente da Consumatrici.it.

 

Sport drink

Saranno anche gustosi, ma è bene sapere che alcune acque minerali hanno lo stesso contenuto di sali minerali che trovate negli sport drink. Ergo, se è di questo che avete bisogno dopo un’attività sportiva, potete sostituirli con una più economica bottiglia di minerale. In più – fattore non secondario – risparmierete di ingurgitare zuccheri, coloranti, e conservanti.

 

Pop corn

I pop corn sono tra gli snack più gustosi e meno calorici, tanto che negli Usa hanno inventato la “dieta dei pop corn”. Ma c’è un ma. Devono essere fatti in casa. Quelli confezionati, o quelli per microonde, sono ricchi di burro contengono una sostanza, il diacetile, che è dannosa se inalata. Mangiando direttamente dal pocco può succedere di inalarne in discrete quantità.

 

Uvetta secca

L’uva passa è considerato uno degli alimenti più ricchi antiossidanti, tanto che per alcuni è “l’anticancro” per eccellenza. In più è ricca di vitamine, fibre e minerali.

Spesso, però, quella che acquistiamo in bustina, magari in forma di snack abbinata alla frutta secca, viene addizionata con oli di palma, zuccheri, e sciroppo di glucosio. Una bomba calorica.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto