Aurora Ramazzotti: “Sono raccomandata e da piccola mi chiamavano cicciona”

Le sue difese, l’estate scorsa, erano state prese da papà Eros, ma ora la diciottenne Aurora Ramazzotti (insieme al padre nella foto sotto), a 3 settimane dal debutto su Sky Uno della striscia quotidiana di X Factor, decide di parlare rispondendo alle polemiche dopo la notizia che avrebbe esordito in tv. Lo fa con un’intervista a Vanity Fair, in edicola domani, 11 novembre, in cui dice: “Le critiche? Sinceramente mi aspettavo ben di peggio”.

aaaaaurora03

“Senza il mio cognome sarebbe stato più difficile”

In merito al fatto che un aiuto dai celebri genitori, Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker, possa essere arrivato, afferma: “Sono una privilegiata. So benissimo di avere avuto una possibilità che, senza il mio cognome, non mi sarebbe arrivata o comunque non con questa facilità. Credo davvero nelle mie capacità, ma sicuramente là fuori c’è qualcuno molto più bravo di me che questa possibilità non l’ha avuta perché è figlio di gente comune”.

aaaaaurora02

Crisi isteriche per il suo aspetto fisico

La ragazza ne ha anche per chi ha criticato il suo aspetto fisico: “Non sono bionda, non ho gli occhi azzurri, non sono magra, alta, bella. Oggi mi dicono: ‘Hai una bellezza particolare, che splendidi occhi a mandorla’. Ma, quando ero piccola, la ‘bellezza particolare’ non se la cagava nessuno. Mi dicevano ‘cinese’, ‘cicciona’”. Di certo ad Aurora Ramazzotti non vanno giù i paragoni con la madre: “Se in più, come è successo a me, vai su Internet e trovi le foto in costume di te e tua mamma con un titolo che suona tipo ‘Michelle 34 anni, Aurora 14, è più figa la madre della figlia’, ti senti piuttosto male. Ho avuto crisi isteriche: mi vedevo brutta, mi rifiutavo di uscire di casa”.

“Sono stata una figlia difficile”

Michelle, racconta Aurora, ha provato a fare qualcosa, ma “a nulla serviva che mia madre mi facesse mille complimenti. la sicurezza doveva venire da dentro di me. Mi rendo conto di essere stata, per lei, una figlia particolarmente difficile da crescere”. Forse anche per questo non ha anticipato di un anno il suo esordio televisivo: “Ci ho riflettuto molto, sono giunta alla conclusione che forse non ero pronta, e ho lasciato perdere”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto