Francia: è morto il filosofo André Glucksmann, dal maggio francese a Sarkozy

È morto il famoso filosofo francese André Glucksmann. Era nato nel 1937, aveva quindi 78 anni.

Protagonista del Maggio ’68, militante per i diritti umani, il filosofo fu punto di collegamento fra due generazioni di intellettuali, quella di Sartre, Aron e Foucault e quella dei “nouveaux philosophes”, il gruppo che ruppe con il marxismo negli anni Settanta.

Glucksmann, del resto, è stato spesso, nella sua vita, un intellettuale controcorrente, noto anche per aver appoggiato, con altri intellettuali come Bernard-Henri Lévy, l’intervento della NATO nella Guerra del Kosovo nel 1999.

È conosciuto anche per il suo sostegno alla causa cecena (in Cecenia ha soggiornato illegalmente per un mese) e ha denunciato sistematicamente l’atteggiamento compiacente dei paesi occidentali verso la politica di Vladimir Putin.

aaaandre

Appoggiò Sarkozy alle presidenziali francesi

Nel gennaio 2007 appoggia alle elezioni presidenziali Nicolas Sarkozy, candidato del centro-destra.

Nell’occasione si rifiuta di appoggiare la socialista Ségolène Royal, candidata che “rispetta”. André Glucksmann critica una sinistra “che si crede moralmente infallibile” ma che ha rinunciato, scrive, alla battaglia ideologica e alla solidarietà internazionale.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto