La posta del cuore di Anna Pavignano: gallina smarrita

Cara Anna,
ti scrivo non per me, ma per un amico mio che vorrei tanto aiutare. Lo conosco da dieci anni, siamo amici per la pelle e non l’ho mai visto così ridotto male. Proprio a causa della nostra amicizia,  il non riuscire a fare nulla per aiutarlo mi fa soffrire molto. Aveva una fidanzata che, lui diceva, amava e lei amava lui.
Anche se non mi è mai piaciuta, lui mi sembrava contento e così non dicevo niente contro di lei, anzi, facevo finta che mi fosse simpatica. Secondo me l’unico pregio di questa donna è che era una gallina dalle uova d’oro; lui aveva una condizione economica molto modesta, era uno normale, di quelli che si devono sbattere per arrivare alla fine del mese; con lei che era molto benestante,  ha cominciato a fare una vita che prima manco si sognava. Viaggi, bei vestiti, ristoranti.
Lui diceva che era innamorato, ma io non ci ho mai creduto. E lei era sempre mano nella mano con lui, anche in pubblico.  Lui è un bell’uomo, intelligente e anche simpatico, lei, come ti ho detto, non è niente di speciale. Poi è arrivata la crisi e lei lo ha lasciato.
Lui ora è avvilito, non esce di casa, non vuole vedere nessuno, nemmeno me, che sono sempre stata la sua vera amica, quella che non lo ha mai tradito o abbandonato nelle difficoltà! Invece il suo grande amore l’ha lasciato da un giorno all’altro, quasi senza dargli spiegazioni e finiti i viaggi, finiti i vestiti firmati e tutto. Io non credo che lui sia così addolorato per motivi di sentimento o di affetto, ma solo perché ha perso la sua gallina dalle uova d’oro. Ma come faccio a farglielo capire? Non ci dormo la notte!

Chiara da Formia

aaannap

Cara Chiara,
io credo che a una gallina ci si possa anche affezionare e provare dei sentimenti per lei, specialmente se è una gallina eccezionale, che fa uova pregiate e diverse da tutte le altre. Ma a parte questa mia considerazione, da quello che mi racconti non ho abbastanza elementi per capire che tipo di rapporto c’era tra il tuo amico e la sua chioccia…ops! Scusa, tra il tuo amico e la sua fidanzata.

Non mi spieghi niente di loro, nemmeno quali siano stati i motivi per cui questo amore è finito. Mi dici invece che lui è bello, intelligente e simpatico e che lei, a parte i suoi soldi, non ha alcun pregio. Tu però, vera amica, hai sempre taciuto sullo scarso valore di lei finché hai visto che lui era felice.

Mi viene in mente un vecchio film molto famoso, “Harry ti presento Sally” che sicuramente conoscerai ma, se dovessi averlo perso (non mi dici quanti anni hai e il film è dell’89) ti racconto in breve che è la storia di due che credono di essere amici, solo amici, nient’altro che amici per la pelle, ma pian piano si accorgono invece di essere gelosi l’uno dell’altro e, alla fine, scoprono di essere innamorati.

È un film molto divertente , con un lieto fine e che ha avuto molto successo oltre che per la bravura degli attori, anche perché il pubblico si è rispecchiato in quella storia: il mondo è pieno di Harry e di Sally che non sanno riconoscere l’amore e credono che esista un solo modo di essere innamorati, che è quello fatto di “Cuore e Batticuore’” immediati, come dice questa Rubrica!

Invece l’amore è un tipo bizzarro, a volte si presenta facendo un gran baccano e tutti lo riconoscono, ma altre volte arriva in silenzio, facendo passi da formica, strisciando come una lumachina un po’ impaurita,  pronto a nascondersi nel guscio rassicurante dell’amicizia per esempio, o di una finta indifferenza. Insomma, siamo partiti da una gallina e siamo arrivati alla formica e alla lumaca. Se ti  le metafore di animali ti piacciono e la storia di Harry e Sally in qualche modo ti somiglia, forse è ora che tu piombi da lui come… un’aquila,  lo tiri fuori dal suo nascondiglio e gli dica quel che provi per lui. Che gli manifesti anche la tua gelosia che mi pare trapeli tra un riga e l’altra nella tua lettera.

Forse troverai il tuo amico ancora un po’ ammaccato dalla storia con la gallina,  ma la novità del tuo sentimento potrebbe farlo guarire velocemente. Certo, c’è il rischio che per lui la vostra amicizia per la pelle sia amicizia e basta, e sarà doloroso per te saperlo. Però , Chiara, anche il tuo nome lo dice, la chiarezza ti sarà utile per guardarti intorno e non continuare a star sveglia la notte per pensare a come salvare un amico che riuscirà da sé ad uscire dal proprio tormento amoroso.

 

Gli indirizzi di Anna Pavignano

Molte lettrici ci hanno chiesto se possono scrivere direttamente a Anna Pavignano per la Posta del cuore, ovviamente tutelando la loro privacy.

Abbiamo tenuto conto della loro richiesta e da oggi si può fare. Sono disponibili ben due indirizzi mail. Il primo è a.pavignano@consumatrici.it.

Il secondo postadelcuore@consumatrici.it.

Potete usarli indifferentemente. Anna riceverà comunque le mail.

Anna Pavignano scrittrice e sceneggiatrice.  Ha esordito giovanissima con “Ricomincio da tre” ed è stata candidata all’Oscar per “Il Postino”,  film di Michael Radford con Massimo Troisi.

Nella foto prima della risposta: Anna Pavignano. Nella foto grande una scena del film Harry ti presento Sally del 1989.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto