Virginia Raggi: “A Roma rischio sanitario” (video)

Seduta straordinaria sui rifiuti del Consiglio comunale di Roma. L’avevano richiesta le opposizioni.

In assemblea capitolina sono presenti, oltre ai consiglieri, alcuni assessori della giunta Raggi, come Paola Muraro (Ambiente, nella foto in apertura con la sindaca), Linda Meleo (Trasporti) e Laura Baldassarre (Sociale).

La seduta si è aperta con un lungo applauso quando è entrata in aula Giulio Cesare la sindaca Virginia Raggi, ma subito dopo non sono mancate le proteste anche vivaci delle altre forze politiche.

La Raggi: “Contenta dei riflettori”

“Sono molto contenta che si accendano riflettori” su Ama: così ha esordito al Raggi. “Siamo ancora in attesa del consiglio straordinario su Mafia capitale”, ha aggiunto poi polemicamente rivolta ai consiglieri di opposizione presenti anche nella scorsa consiliatura. “Da settembre-ottobre inizieremo noi a convocare consigli straordinari su Atac. Risorse per Roma. Noi chiuderemo il ciclo”.

La sindaca attacca il Pd e “l’ottavo re di Roma”

“Vi raccontiamo cosa avviene a Roma dal 1964 sulla gestione del ciclo dei rifiuti”, ha aggiunto Raggi. Fatta eccezione per la stagione di Alemanno, “il centro sinistra ha governato Roma. E in questi 40 anni la gestione dei rifiuti è stata affidata a Manlio Cerroni, la sua fortuna è tale che Cerroni è stato chiamato l’ottavo Re di Roma”.

a-aprotesta

“Roma sta diventando più pulita”

La sindaca si è poi avventurata in una contraddizione: da una parte ha difeso a spada tratta, ancora una volta l’assessore Muraro (consulente dell’Ama da un decennio), ma poi ha accusato il Pd di avere gestito male la politica dei rifiuti “mentre incombe in rischio sanitario”, anche se Ama si sta dando da fare per pulire la città. E ancora a proposito dell’assessore Muraro ha detto: “Non si può eccepire che non sia competente, forse è diventata troppo scomoda?”

Ecco un video della seduta di stamattina.

L’attacco delle opposizioni

Iniziano i democratici che chiedono di chiarire se Muraro abbia avuto incarichi professionali anche con altre aziende del settore, come la Bioman. Si mettono in scia Fratelli d’Italia e la lista Marchini, che con Alessandro Onorato attacca: “Ogni giorno esce qualcosa. Resta per noi inopportuno il ruolo di assessore per Muraro, visti i suoi trascorsi”. Di qui le allusioni alle telefonate con il ras di Mafia Capitale Salvatore Buzzi e i contatti con Franco Panzironi, l’ex amministratore delegato della partecipata che si occupa di rifiuti.

aaamedagliamuraro

La “medaglia” di Fratelli d’Italia

I consiglieri Fdi hanno inscenato anche una protesta anti Muraro con la scritta: “Muraro medaglia d’oro per le consulenze”. Il capogruppo Fabrizio Ghera e il collega Andrea De Priamo hanno aggiunto: “Abbiamo consegnato a Muraro una medaglia d’oro perché la consideriamo campionessa olimpionica delle consulenze. Un atto simbolico che ben rappresenta per noi l’incompatibilità di Muraro col suo incarico per la quale chiediamo, con un ordine del giorno, alla sindaca Raggi di revocare il mandato”.

Barricate a 5 stelle

Il consigliere pentastella Enrico Stefàno, facendo proprie le istanze del Movimento, è intervenuto con un post su Fb allargando ad altri temi (trasporto locale e olimpiadi 2014: “Dobbiamo essere chiari con i cittadini riguardo Atac. Inutile continuare a pianificare corse che già si sa non potranno essere realizzate”. Nulla da fare, al momento, per la mozione presentata da Stefano Fassina (Si) volta a convocare un referendum consultivo fra i romani sui giochi olimpici.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto