Rischio Aids: un videogioco aiuta i più giovani a evitare l’infezione (video)

Un videogioco per sensibilizzare i più giovani – bambini e adolescenti – sul rischio di contrarre l’Hiv, la malattia infettiva che dal 1982 a oggi ha colpito 75 milioni di persone di cui 36 milioni decedute. A lanciarlo è una ditta farmaceutica che appartiene al gruppo Johnson & Johnson, la Janssen, il gioco si chiama Hiv Info Game e fa parte di quel settore definito come “serious game”.

Versioni per desktop, smartphone e tablet

Scaricabile per desktop, smartphone e tablet, il gioco ha due personaggi, due avatar, che devono portare a termine una serie di missioni – 7 per la precisione – che mirano a proteggere dalla contrazione del retrovirus e a informare sui rischi dell’infezione via via sempre più sottovalutata, dopo l’allarme dei primi anni. Come? Il tutto avviene in forma di quiz e si deve rispondere a domande come l’anno in cui in Italia è stato diagnosticato il primo caso di Aids (era il 1982), quanti sono stati casi di malattia conclamata (64.898 in 30 anni) o la modalità di trasmissione più diffusa (sesso non protetto da preservativo).

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto