Scossa di 4.7 nelle Marche, 20 sfollati a Pieve Torina

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 4.7 è stata registrata alle 5,11 con epicentro a 2 chilometri da Muccia, in provincia di Macerata, e ipocentro a 9 chilometri di profondità. Lo riporta l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Oltre che nelle Marche, la scossa è stata chiaramente avvertita anche in Umbria. La Protezione civile è in contatto con i sindaci delle zone terremotate che al momento non hanno segnalato danni.

Venti nuovi evacuati

Quattro famiglie sono state evacuate per i danni (crepe e cedimenti) e i rischi di stabilità interni di altrettanti immobili finora agibili a Pieve Torina (Macerata). Lo riferisce il Alessandro Gentilucci, che ha dato ordine di chiudere le scuole e che sta coordinando le verifiche eseguite da quattro squadre di tecnici comunali e di una dei vigili del fuoco. Una ventina le persone, tra cui bambini, allontanate dalle abitazioni per rischi di crolli interni dopo l’ultima scossa di magnitudo 4.6 delle 5:11. Altre verifiche sono in corso.

Trasferiti in campi di assistenza

La conferma degli allontanamenti arriva dalla commissaria straordinaria alla ricostruzione, Paola De Micheli, a margine del vertice in corso a Pieve Torina con i sindaci del territorio, il capo della Protezione civile Angelo Borrelli e il governatore della Regione Marche, Luca Ceriscioli . “In questi momenti”, ha aggiunto, “stiamo mettendo in campo tutta l’assistenza necessaria alla popolazione”.

Oltre 10 repliche dopo la prima scossa

Finora dopo il terremoto di magnitudo 4.7 avvenuto con epicentro a Muccia, nel maceratese, sono state registrate oltre 0 repliche, tra cui due di magnitudo 3.5 alle 5,46 e alle 6,03. Quest’ultima, secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), ha avuto ipocentro a 2 chilometri da Pieve Torina (Macerata). Il sindaco di questo Comune, Alessandro Gentilucci, ha parlato anche di “notevoli ulteriori danni”, ma nessun ferito.

Trenitalia riattiva una linea

Dopo la scossa, Trenitalia ha deciso di sospendere a scopo precauzionale la circolazione lungo la linea interna Civitanova Marche-Macerata per effettuare controlli sulla tenuta della strada ferrata. La circolazione è ripresa intorno alle 9.30.

A Muccia scosse anche nei giorni scorsi

Dopo il forte sisma del Centro Italia del 2016, nella zona di Muccia la terra era tornata a tremare con frequenza e intensità già da alcuni giorni. In particolare, il 4 aprile se ne erano registrate una di magnitudo 4 alle 4:19 e una di magnitudo 3.6 alle 20:41.L’epicentro di questa ultima scossa di magnitudo 4.7 è stato a 53 km da Perugia, 65 da Terni e 85 dall’Aquila. Già si sono registrate 4 lievi repliche di magnitudo 2 o 2.1.

Parla di “grande paura e insicurezza tra le persone” il sindaco di Muccia, Mario Baroni. “Stiamo controllando sia le casette che le case rimaste agibili – afferma Baroni al telefono con Rai News24 -. E’ uno stillicidio contino, che ci sta snervando e che non si ferma: le scosse si ripetono da svariati giorni, anche con un’escalation nell’intensità”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto